Toscana Pride, le iniziative di Cgil Toscana e Firenze. "Dove ci sono diritti da conquistare noi ci siamo"

Parrucche arcobaleno, street band, striscioni, banchini per firmare la Carta dei Diritti: Toscana Pride, le iniziative di Cgil Toscana e Firenze. Dalida Angelini e Paola Galgani: “Dove ci sono diritti da conquistare noi ci siamo”. In arrivo a Firenze uno sportello Nuovi Diritti con formazione ad hoc per i funzionari. Oggi conferenza stampa col Comitato promotore, che invita alla partecipazione

“Dove ci sono diritti da difendere o conquistare noi ci siamo: sabato sarà una bellissima e colorata giornata di rivendicazione di diritti individuali e collettivi”: così Dalida Angelini (segretaria generale Cgil Toscana) e Paola Galgani (segretaria generale Cgil Firenze) hanno presentato in conferenza stampa il Toscana Pride del 18 giugno a Firenze. Con loro, c'erano Barbara Caponi e Maria Lo Re (presidente e vicepresidente del Comitato promotore)
La Cgil Toscana e la Cgil Firenze aderiscono infatti all'evento: durante la manifestazione (concentramento in piazza D'Azeglio dalle 15, corteo per le vie del centro, chiusura con interventi dal palco - tra cui uno di Dalida Angelini - in piazza Indipendenza) porteranno striscioni e decine di parrucche arcobaleno, si accompagneranno alla street band “Zastava Orkestar” e infine organizzeranno in piazza Indipendenza dei banchini per poter firmare per la Carta dei Diritti universali del lavoro e per i tre referendum (per abolire i voucher, per la clausola sociale nel cambio appalti, per ripristinare l'Articolo 18) proposti dalla Cgil nazionale.
“Noi combattiamo da sempre discriminazioni e ingiustizie: oggi c'è una battaglia culturale da fare sia sui luoghi di lavoro sia nel campo dei diritti civili, tante persone sono messe nel mirino per le proprie scelte personali. E con la Carta dei Diritti universali del lavoro proponiamo una visione inclusiva in cui i diritti stanno in capo alle persone indipendentemente da che contratto di lavoro hanno”, ha detto Dalida Angelini. “Oltre che con le parole e la presenza, vogliamo testimoniare la nostra adesione alle battaglie del Toscana Pride anche con atti concreti: nella nostra Camera del lavoro, siamo intenzionati ad aggiungere a quelli già esistenti uno sportello sui Nuovi Diritti, gestito da nostri funzionari formati ad hoc per saper ascoltare e riconoscere le storie e le caratteristiche di persone discriminate o attaccate per le proprie sensibilità”, ha aggiunto Paola Galgani. “L'iniziativa degli sportelli è importante, servono politiche di inclusione e ascolto per chi è discriminato”, le ha fatto eco Maria Lo Re. Barbara Caponi ha ringraziato la Cgil “per il supporto e la vicinanza” e ricordato che “anche sul fronte dell'accesso al lavoro e del welfare la strada che porta alla parità di diritti resta lunga”. Concludendo: “Invitiamo la gente a venire al corteo di Firenze sabato, è ancora più importante dopo la strage di Orlando: saremo migliaia, un diritto in più a qualcuno non ne toglie uno a nessuno”.
Durante la manifestazione di sabato (il corteo sarà aperto dallo striscione del Comitato organizzatore, poi seguiranno i gonfaloni di Regione e Comuni e Province aderenti, infine gli altri soggetti e i carri) sarà osservato un minuto di silenzio per la strage di Orlando.

Programma completo su www.toscanapride.eu

Gay: Toscana pride tra colori,carri e ricordo strage Orlando Sabato a Firenze. Apre corteo striscione 'orgoglio è contagioso'
Davanti lo striscione 'Fatti di Pride. L'orgoglio è contagioso', dietro un grande corteo festoso e colorato con carri e musica che attraverserà il centro di Firenze. E' praticamente tutto pronto per il Toscana Pride, la grande manifestazione dell'orgoglio Lgtbtqi (lesbico, gay, bisex, trans, queer e intersex) che sabato pomeriggio partirà, dalle 16, da piazza D'Azeglio per concludersi, alle 19, in piazza Indipendenza per il momento finale dal palco. Attese oltre 10 mila persone, oltre a 7 carri, per il momento, allestiti da alcune delle associazioni che aderiscono al comitato organizzatore dell'evento. Dietro lo striscione iniziale ci saranno i gonfaloni dei Comuni, una settantina circa, che hanno aderito alla manifestazione e poi sindaci e vicesindaci con le fasce tricolore. Attesa anche la presenza del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Folta la rappresentanza della Cgil toscana che sfilerà con striscioni e decine di parrucche arcobaleno accompagnati dalla musica della streetband 'Zastava Orkestar'. In piazza Indipendenza il sindacato allestirà dei banchini per poter firmare per la Carta dei diritti universali del lavoro e per i referendum. Oltre alla festa, ci sarà anche un minuto di silenzio per commemorare le vittime della strage di Orlando mentre ai partecipanti al pride saranno distribuiti adesivi con l'immagine del nastrino con i colori dell'arcobaleno e della bandiera americana, diventato il simbolo della campagna #westandwithorlando. Sempre dal palco ci sarà la testimonianza di un ragazzo russo perseguitato nel suo Paese per il proprio orientamento sessuale. Testimonial del Toscana Pride presente alla testa del corteo e sul palco è l'attore e scrittore Carlo Gabardini. L'iniziativa è stata presentata oggi a Firenze, nella sede della Cgil, da Barbara Capone e Maria Lo Re, in rappresentanza del comitato promotore dell'evento, insieme al segretario regionale della Cgil Dalida Angelini e a quello fiorentino Paola Galgani. "Dove ci sono diritti da difendere o conquistare noi ci siamo - hanno sottolineato Angelini e Galgani -: sabato sarà una bellissima e colorata giornata di rivendicazione di diritti individuali e collettivi. Noi combattiamo da sempre discriminazioni e ingiustizie: oggi c'è una battaglia culturale da fare sia sui luoghi di lavoro sia nel campo dei diritti civili, tante persone sono messe nel mirino per le proprie scelte personali".(ANSA).

Gay: Pride; Angelini, Comuni che no aderito perso occasione
"In Toscana sono quasi 300 i Comuni e ci dispiace che siano solo 70 quelli che hanno aderito. Firenze e tutti gli altri hanno perso un'occasione importante per fare una battaglia di civiltà. Le istituzioni dovrebbero essere in prima fila in questa battaglia". Lo ha detto il segretario della Cgil toscana Dalida Angelini parlando con i giornalisti in merito alle polemiche sul mancato patrocinio di alcuni comuni al Toscana pride, manifestazione dell'orgoglio Lgbtqi, in programma sabato pomeriggio a Firenze. Al Pride, ha aggiunto, "noi ci saremo e parteciperemo con grande passione a questa battaglia per riconoscere le persone, i loro diritti, e contro le discriminazioni". Secondo Barbara Caponi, rappresentate del comitato di 18 associazioni che organizzano la manifestazione, il fatto che Firenze non abbia dato il suo patrocinio "copre un po' tutti contenuti del Pride. Noi però non ci vogliamo soffermare su chi l'ha negato ma su chi ha aderito e chi ci ha sostenuto. Perché dare spazio in più a chi non c'è?".(ANSA).

Gay: sportelli Cgil per nuovi diritti e contro omofobia
La Cgil organizzerà nelle proprie sedi anche sportelli di ascolto e orientamento per i 'nuovi diritti', in particolare contro l'omofobia e per il rispetto dei diritti di genere. Lo hanno annunciato oggi il segretario generale della Cgil toscana Dalida Angelini e quello fiorentino Paola Galgani, durante la presentazione della manifestazione Toscana pride. "Noi combattiamo da sempre discriminazioni e ingiustizie - hanno sottolineato -: oggi c'è una battaglia culturale da fare sia sui luoghi di lavoro sia nel campo dei diritti civili, tante persone sono messe nel mirino per le proprie scelte personali. Siamo intenzionati ad aggiungere a quelli già esistenti, per il lavoro o contro la violenza sulle donne, uno sportello sui 'nuovi diritti', gestito da nostri funzionari formati ad hoc per saper ascoltare e riconoscere le storie e le caratteristiche di persone discriminate o attaccate per le proprie sensibilità".(ANSA).

Notizia del: gio 16 giu, 2016

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-09-2019
"Donne in vetrina? Lo voglio conoscere questo signore, mi sembra ....
23-09-2019
"Il primo passo da fare, in tale direzione, è lo stanziamento ....
23-09-2019
Tre bandi che mettono a disposizione complessivamente 6 milioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)