Welfare: cresce richiesta servizi anziani ma mancano fondi Fond. Moressa, solo 8,1% pensionati può permettersi badante

Il progressivo invecchiamento demografico e la crescente partecipazione delle donne al mercato del lavoro, uniti al progressivo calo della spesa pubblica per la famiglia e l'assistenza, hanno determinato negli ultimi anni un forte aumento della richiesta di servizi di assistenza a domicilio da parte delle famiglie. Ma molte non possono permettersela. Questo il quadro che emerge da una ricerca Domina (Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico, firmataria del Ccnl sulla disciplina del lavoro domestico) realizzata dalla Fondazione Leone Moressa, sul tema "Il valore del lavoro domestico". In tempi di crisi e contando solo il reddito da pensione dell'assistito, secondo l'indagine, solo l'8,1% dei pensionati può permettersi la badante. Più accessibile invece un'assistenza part time per poche ore: così il 50% dei pensionati può garantirsi una badante per 5 ore settimanali, e il 20% può permettersi 25 ore. Anche considerato il reddito del coniuge, il risparmio medio per una persona di oltre 65 anni è di appena 3.817 euro annui se sola e 5.235 euro annui se coppia senza figli. A definire il quadro il fatto che su 14 milioni di pensionati, oltre il 70% ha un reddito complessivo al di sotto dei 20 mila euro annui. (ANSA).

Notizia del: lun 21 ago, 2017

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-11-2017
Adesione oltre il 90% allo sciopero di Fillea Cgil, Filca Cisl ....
20-11-2017
Adesione oltre il 90% allo sciopero di Fillea Cgil, Filca Cisl ....
20-11-2017
La proposta dell'esecutivo sulle pensioni, spiega il segretario ....
20-11-2017
"L'Inps chiude al confronto con i sindacati e le associazioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo