Fiom Cgil Toscana: Ids Pisa, cessione ramo d'azienda preoccupante, ci vuole chiarezza. La Regione ci convochi

Braccini, ‘’Riteniamo fondamentale la presentazione di un preciso piano industriale prima di una cessione così importante, rappresenta oltre la metà del fatturato, in modo che si possano analizzare e valutare le prospettive dello stabilimento di Pisa e dei suoi 200 dipendenti’’.
La cessione di Aeronavigazione, ramo d’azienda di Ids, a Enav ci preoccupa.
Riteniamo fondamentale la presentazione di un preciso piano industriale prima di una cessione così importante, rappresenta oltre la metà del fatturato, in modo che si possano analizzare e valutare le prospettive dello stabilimento di Pisa e dei suoi 200 dipendenti.
Serve una convocazione urgente da parte della Regione per fare chiarezza su questa operazione caratterizzata da molteplici intrecci pubblici.
Enav, com’è noto, è controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ed è sottoposta alla vigilanza anche del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dunque anche il Governo è chiamato alle sue responsabilità.
Qualsiasi operazione deve essere fatta in un’ottica di garanzia e tutela dei livelli occupazionali e non per non meglio precisati interessi tutti ancora da comprendere. Il rischio è che a Pisa, a seguito di questa cessione, siano messi in discussione molti posti di lavoro.
Massimo Braccini, segretario generale Fiom Cgil Toscana

Notizia del: mar 11 giu, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo