LA STRAGE CONTINUA - da gennaio a maggio 2008 già 25 i morti sul lavoro in Toscana
Di: Alessio Gramolati, Segr.Gen. Cgil Toscana e Lorenzo Centenari, Segr.Gen. Cgil Grosseto
lun 30 giu, 2008
Morti sul lavoro
La strage continua, il lavoro continua ad uccidere ed è davvero insopportabile che qualcuno dichiari un giorno si e l'altro pure che le norme del decreto sicurezza, fortemente voluto dal sindacato e dai lavoratori, siano troppo pesanti e penalizzanti. La sicurezza si costruisce nei luoghi di lavoro un momento dopo l’altro, un gesto dopo l’altro. Chi presta la propria opera deve essere innanzitutto formato, l’organizzazione del suo lavoro deve considerare la sicurezza il perno centrale intorno al quale costruire ogni sua pratica operativa. In questa direzione in Toscana si sono fatti importanti accordi, sono un patrimonio della nostra comunità regionale. Ci sono situazioni virtuose da estendere e generalizzare rapidamente. Solo così possiamo sperare di interrompere una strage inconcepibile ed ingiusta. L'INAIL informa che nella nostra regione da gennaio e maggio di quest’anno sono già 25 le vittime del lavoro, 3 in più che nello stesso periodo dello scorso anno. Siamo stufi di contare i morti, il lavoro è vita, non può, non deve uccidere. Le vittime del lavoro, i loro familiari chiedono giustizia, non può essere loro negata, se ne convincano tutti, in primo luogo il governo che vuole manomettere il decreto sicurezza. Alla famiglia della vittima del gravissimo incidente all’AGRIDECO di Scarlino (NdR: 26 giugno 2008 ore13.45, scoppio e incendio in uno stabilimento che tratta rifiuti speciali che ha provocato un morto, due feriti, di cui uno gravissimo, e due intossicati dai fumi) va tutta la nostra personale partecipe solidarietà e quella di tutta la CGIL, ai feriti il più sentito augurio per un loro pronto ristabilimento.

Articoli correlati:

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo