Solidarietà o populismo: due facce dell'insofferenza verso l'austerità
Di: Alessio Gramolati
lun 26 mag, 2014
gramo4

Le politiche economiche europee fondate sull'austerity sono state una sconfitta. In primo luogo, come diciamo da tempo, hanno perso nei risultati prodotti: più disoccupazione, più impoverimento, più disuguaglianze. Ora, dal voto emerge una insofferenza per una situazione che ha messo l'Europa dalla parte sbagliata. Si sono visti due modi di contestare questo stato di cose: da una parte la paura, le spinte xenofobe e nazionaliste; dall'altra, la vocazione del nostro continente alla solidarietà e all'uguaglianza. In tal senso qualcosa di importante si è manifestato in Italia e nei paesi del Sud, quelli più in difficoltà per il rigore di Bruxelles. Un voto europeista, a differenza di quelli che puntano al ritorno delle piccole patrie. Un caso? Una contraddizione? No. Sulle rive del Mediterraneo, il centrosinistra e la sinistra in testa dimostrano che c'è la voglia di cercare un'Europa diversa, a poco tempo dal semestre europeo a guida italiana, un'occasione per rafforzare il concetto. Anche perché i populismi e i nazionalismi che si sono manifestati proliferano quando le condizioni di vita delle persone peggiorano: fenomeni sui quali dovremo tenere alta la guardia. Infatti noi crediamo che la risposta agli sbagli dell'Europa sta nella solidarietà e nel lavoro. Il percorso resta lungo e difficile. La realizzazione di un'Europa del lavoro, dell'uguaglianza, del welfare, della solidarietà, dei cittadini non è dietro l'angolo. Ma non c'è alternativa a battere la strada sulla quale stiamo camminando, se vogliamo che l'Europa resti un riferimento di democrazia e coesione sociale.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo