Un passo di pace! Il 21 settembre insieme contro le guerre a Firenze.
Di: A.Bigalli, A.Gramolati, G.Mengozzi
mar 16 set, 2014
pace editoriale

Abstract ............Abbiamo bisogno di razionalità, di competenza, di studiare; abbiamo bisogno di continuare a fare rete, e farla crescere di continuo e renderla sempre più forte e propositiva; abbiamo bisogno di nuovi strumenti del diritto, un accesso reale all’informazione, alla cultura, alla salute di base, ai beni essenziali; abbiamo bisogno di una politica che si pensa su basi di altre logiche. Abbiamo bisogno soprattutto di capire che la responsabilità è comune anche quando i profitti sono di pochi: e che questa responsabilità ci abilita a divenire soggetti di evoluzioni possibili, se la rassegnazione non ci ha inquinato occhi e cuore. E, ancora, abbiamo bisogno di rammentare che si perde quando si vince con gli strumenti violenti e si può vincere quando tutto dice la tua sconfitta. Abbiamo bisogno di dire con chiarezza che chi ci taccia di ingenuità condanna tutti ad una realtà di cinismo in cui tutto è permesso, un mondo infernale. E che i sogni restano l’unico modo per non essere sconfitti dalle peggiori dinamiche della storia.
Penso che abbiamo bisogno di incontrarci, ancora una volta, ricordando che per qualcuno sarà la prima e deve sentire il nostro gusto di farlo. Abbiamo bisogno di fare un’altra manifestazione? In tanti siamo convinti di si. Basta essere consapevoli che da lì bisogna partire, senza sapere quando ci potremo fermare, ma sapendo bene che vogliamo andare in un’altra direzione rispetto a molti. Una direzione indicata e sancita dal rispetto e dalla tenerezza verso l’umano.
Abbiamo bisogno di incontrarci il 21 settembre e ridirci la rabbia e combattere la paura, e ripensare l’una e l’altra con intelligenza e speranza. Convertendola in prassi nuove e piste, o addirittura strade, verso nuovi mondi. Possibili e quindi da fare. Dobbiamo ridare forza a quel movimento per la pace che nel 2003 riempì le piazze d'Italia contro la guerra in Iraq. Ci tocca. A tutti noi, che continuiamo a crederci: nelle persone e nel loro valore.
Andrea Bigalli, Alessio Gramolati, Gianluca Mengozzi.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

SCARICA IL PDF DELL'ARTICOLO

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

16-07-2019
Il tribunale di Siena ha assolto oggi Gian Luca Baldassarri, ....
16-07-2019
Ci sarà anche un progetto specifico dedicato alla Val ....
16-07-2019
Vertenza Bekaert (Figline Valdarno), domani incontro al Ministero. ....
16-07-2019
Il gup di Firenze Antonella Zatini ha rinviato a giudizio 18 ....
16-07-2019
Mattinata di confronto a Firenze sul tema 'Femminicidio e orfani ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo