Una Toscana verde di lavoro
Di: Mirko Lami
lun 18 gen, 2016
Mirko Lami

Mercoledì mattina all'Istituto Stensen di Firenze è in programma una iniziativa seminariale in cui si parla di un argomento poco trattato negli ultimi tempi ma che ha grandi potenzialità: i Green Jobs, i cosiddetti “lavori verdi” che si stanno affacciando nel mondo del lavoro, nel campo della sostenibilità e della green economy, con mansioni particolari e avanzate. Questi lavori si trovano soprattutto nei settori dell’agricoltura, del manifatturiero, nell’ambito della ricerca e sviluppo, dell’amministrazione e dei servizi: un insieme di modelli efficaci per uscire dalla crisi con metodi rinnovati e sostenibili per l’ambiente.
In Italia sono arrivate nel 2015 circa 294.200 assunzioni legate a competenze “verdi”: ben il 59% della domanda di lavoro. L'Italia, infatti, pare sia verde di lavoro. A dirlo sono i numeri, quelli di GreenItaly 2015, il sesto rapporto di Fondazione Symbola e Unioncamere, promosso in collaborazione con il Conai. La regione che offre più opportunità lavorative ai professionisti della green economy è la Lombardia, che conta 71mila imprese “verdi”, pari a un quinto del totale nazionale, e circa 19mila assunzioni. A seguire, il Lazio, con 9.140 assunzioni, e l’Emilia Romagna con 6.390 nuovi assunti nel 2015. Al Nord stimano 26mila assunzioni, contro le 17mila del Sud e delle Isole. Caso a parte quello della Toscana, che sta vivendo un vero e proprio boom di lavori “verdi”: oltre 3mila assunzioni nel 2015, attestandosi così tra le regioni più in crescita e con le migliori prospettive. Oltre alla rinomata vocazione turistica, con città d’arte e agriturismi che da tempo rispondono alla voce “green”, anche il manifatturiero ha ottime prospettive di crescita nell’ambito dell’economia verde.
Quindi, esistono grandi opportunità da cogliere, anche attraverso finanziamenti europei e regionali. Dovremmo aprire una discussione per non perdere queste occasioni. A questo serve il seminario di mercoledì (intitolato non a caso “Green Jobs: possono essere il futuro del mondo del lavoro?”), a cui interverranno illustri esponenti delle istituzioni (locali e nazionali), della Cgil, dell'ambientalismo, dell'impresa, della scienza. L'invito è quello di partecipare.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-06-2019
Slitta di 24 ore la presenza del super consulente Claudio Modena ....
20-06-2019
 “La Cgil non promuove né appoggia alcuna legge ....
20-06-2019
La corte di appello di Firenze ha condannato a 7 anni Mauro Moretti ....
20-06-2019
Brezzo, “È cominciato a scorrere il sangue. Dopo ....
20-06-2019
E' morta Liliana Benvenuti, 96 anni, figura storica della Resistenza ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo