Ora i professionisti hanno bisogno del sindacato
Di: Francesca Lupo
mar 02 feb, 2016
Francesca Lupo

Il 5 febbraio alle 18 nella Camera del Lavoro di Firenze la Consulta toscana delle Professioni riprende le sue attività con una riunione aperta ricca di contenuti e spunti.
Il tema del lavoro autonomo povero è finalmente di pubblico dominio. Le associazioni spontanee hanno imparato a far sentire le proprie ragioni. Il governo ha appena emanato un “piccolo Jobs Act” dedicato agli autonomi. Non c’è talk show che non abbia ospitato un “ragazzo a partita IVA”.
Eppure è proprio ora che i professionisti hanno più bisogno del sindacato.
Né falsi autonomi né precari: le vere partite IVA hanno scoperto con la crisi di non avere diritti, ma soltanto qualche privilegio accessibile solo finché i redditi si mantengono alti. Nuovi professionisti e professionisti ordinisti, accomunati dall’assenza di certezze e tagliati fuori da una vera cittadinanza. Spesso figli e nipoti di chi ha lottato per i propri diritti e sperava che nessuno più dovesse sentirsi umiliato e ricattato sul luogo di lavoro.
A loro il sindacato può dare risposte di largo respiro, già contenute nel Nuovo Statuto presentato a gennaio. Può e vuole dare servizi, un orizzonte di valori e un luogo in cui incontrarsi e organizzarsi. Deve avere l’ambizione di comprenderli e tutelarli al meglio, per immaginare un nuovo sistema paese.
E il sindacato avrà bisogno anche di loro per dare pieno senso alla Carta dei Diritti Universali del Lavoro. Perché un diritto che non sia universale cessa di essere un diritto: percepito come un privilegio, potrà essere cancellato.
Perché la contrapposizione tra autonomi e dipendenti giova solo al ribasso delle tutele. Perché tutti i lavoratori sono persone, anche se hanno carriere flessibili e varie.
Alla riunione del 5 febbraio seguirà un calendario di incontri negli studi professionali e nei luoghi di lavoro. Cinque incontri a tema, per ascoltare la voce di chi non si è rivolto alla CGIL finora e con loro elaborare soluzioni e proposte. E un incontro pubblico per supportare il cammino del Nuovo Statuto del Lavoro.

(l'autrice, Partita Iva, è membro della Consulta toscana delle Professioni e esponente di Nidil Cgil Firenze)

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

24-06-2019
“Voglio ringraziare pubblicamente tutte le Compagne, le ....
24-06-2019
E' l'edizione autunno-inverno 2020-2021 quella che si apre con ....
24-06-2019
Nei giorni corsi alla Sammontana di Empoli si sono svolte le ....
24-06-2019
Nei prossimi giorni sono attese temperature con valori sopra ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo