L'urgenza di ricreare una cultura della sicurezza sul lavoro
Di: Mauro Fuso
mar 26 lug, 2016
Mauro Fusoo

Continuano le tragedie dei morti sul lavoro. La statistica fredda dei numeri segnala per la Toscana, nei primi sei mesi del 2016, venticinque morti che nel mese di luglio sono cresciuti ulteriormente. Se lo scorso anno le cose erano andate peggio non possiamo di certo rallegrarci.
La rabbia, l’amarezza, lo sconforto ti prendono alla gola: al dolore dei familiari che piangono i loro morti si associa quello dei compagni di lavoro, degli amici.
L’aspetto più drammatico è che tutto ciò accade nonostante il Piano Strategico Regionale, pensato per alcune emergenze (i lavoratori cinesi, i cavatori di marmo) e per un impegno organico nei settori più a rischio.
Allora cosa sta succedendo ? Sono gli effetti della crisi, per cui si accetta tutto pur di lavorare ? Certamente, ma c’è qualcosa di più: la cultura del lavoro ha subito più di un colpo e conseguentemente la cultura della sicurezza si è persa per strada. La crisi ha reso normale il rischio nel lavoro.
Per ribaltare questa situazione dobbiamo batterci contro tutto ciò che annulla la dignità di chi lavora: dal lavoro nero all’abuso dei voucher, dal mancato rinnovo dei CCNL alle pessime condizioni lavorative nei cambi di appalto, e non ultimo il pensionamento di vecchiaia a 67 anni, e dobbiamo farlo partendo dai luoghi di lavoro, ma anche dall’educazione dei giovani nelle scuole per insegnargli che un lavoro dignitoso e sicuro è un diritto inalienabile.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo