Fa notizia lo strupratore, non il fatto in sé o il dolore di una donna
Di: Anna Maria Romano
ven 01 set, 2017
Anna Maria Romano

Gli stupri sono la notizia di questi giorni. Ma Fa notizia lo stupratore, NON il fatto in sé.

Lo stupro fa notizia solo quando è tremendamente efferato o perché serve per altro. Doppiamente vittima perchè un fatto così devastante viene usato per ragioni diverse, politiche, elettorali.

I numeri parlano chiaro: 2333 da inizio anno, quasi 11 al giorno, di cui il 66% commessi da cittadini italiani, il restante 33% da altri (immigrati regolarmente o irregolari). Lievemente in calo rispetto agli anni passati, ma drammaticamente tantissimi. E ancora troppe le violenze non denunciate, perché, si sa, nella maggior parte dei casi, noi donne alla fine passiamo da colpevoli. Siamo comunque partecipi e/o istigatrici della violenza: per come siamo vestite; per aver flirtato; per non essere rimaste chiuse nelle nostre protette case (dove si esercita la maggioranza delle violenze!).

Confesso che è difficile scrivere di questo tema contenendo il sarcasmo, la rabbia. E il dolore.

Ma proprio questo è il grande assente: il dolore per chi subisce lo stupro.
Non è neppure immaginabile la devastazione che porta nella vita di una donna; quali muri di solitudine e disperazione devono essere abbattuti per ritornare a se stesse; quale cammino si deve fare per recuperare la nostra identità.

Il fattore principale alla base dello stupro è la cultura che vede noi donne ancora “oggetti” e non “soggetti”. L’humus del quale la violenza si nutre è quotidiano, fatto di continui messaggi degradanti e stereotipati, presenti nelle leggi, nel linguaggio, nelle immagini commerciali ed in tanti altri fenomeni apparentemente innocui, che condanna noi donne. Tutte le Donne. Insieme agli Uomini.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-11-2017
La Regione Toscana mette a disposizione quattro milioni di euro ....
23-11-2017
Dopo l'affossamento alla Camera della proposta di legge sul ritorno ....
23-11-2017
Giornata di mobilitazione nazionale domani, con assemblee trasversali ....
23-11-2017
Il Black Friday 2017 segna anticipatamente un primato, ma non ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo