Il 2 dicembre facciamoci sentire, la partita è ancora aperta
Di: Dalida Angelini
mer 29 nov, 2017
Dalida per sito

Sulle pensioni il Governo al tavolo del confronto ha avanzato proposte insufficienti a rispettare gli impegni che aveva già sottoscritto con le organizzazioni sindacali, e questo è inaccettabile.
I conti non tornano perché non ci sono risposte adeguate sulla pensione dei giovani, sulle donne, sull'aspettativa di vita, sul lavoro di cura, sui lavoro gravosi. Il Governo ha voluto tenere a riferimento solo i conti e non ha voluto affrontare i bisogni veri del Paese e di quel mondo che ha pagato più degli altri il prezzo della crisi, cioè il mondo del lavoro. Questo pezzo di paese ha bisogno di risposte che ancora non ci sono.
Per questo per il 2 dicembre la Cgil ha indetto una mobilitazione generale territoriale contro la proposta del governo: per cambiare il sistema previdenziale, per sostenere sviluppo e occupazione, per garantire un futuro ai giovani. Ci saranno manifestazioni interregionali e in tantissimi dalla Toscana andremo a Roma.
La Cgil come sempre è al fianco dei lavoratori e delle lavoratrici: sentiamo fortemente la loro rabbia e la loro delusione, e rivendichiamo per intero i contenuti della piattaforma unitaria che chiedeva cambiamenti universali del sistema previdenziale, a partire dalla Legge Fornero. E’ ora però importante, anche attraverso la manifestazione del 2 dicembre, dire con forza che la vertenza pensioni è aperta, che il Parlamento può ancora intervenire per dare risposte al mondo del lavoro: si è aperta infatti la fase degli incontri della Cgil coi gruppi parlamentari. La partita insomma è tutt’altro che chiusa. Dopo il 2 dicembre, si dovrà individuare anche la prospettiva di uno sciopero generale, perché vogliamo che la politica si assuma le proprie responsabilità e capisca che deve farsi carico dei temi del lavoro.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-04-2018
"Non fermiamo il riciclo della carta per l'incapacità ....
20-04-2018
Ricerca della Fondazione Di Vittorio. Fra i 5 milioni di iscritti ....
20-04-2018
"Durante il periodo pre-pasquale, con tempismo e dinamiche senz'altro ....
20-04-2018
Alla Kato Imer, azienda metalmeccanica di Cusona (San Gimignano), ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo