Sicurezza sul lavoro, un'emergenza nazionale
Di: Cgil
gio 26 apr, 2018
prato locand

"I primi quattro mesi dell'anno sono stati terrificanti, più di 160 morti. Il 32% di disoccupazione giovanile è un macigno. L'impiego deve essere sicuro". Appuntamento a Prato, città simbolo

“Nell’era dell’innovazione digitale siamo qui a dover parlare di sicurezza sul lavoro. Questi primi quattro mesi dell’anno sono stati terrificanti, ci sono stati moltissimi infortuni e più di 160 morti sul lavoro. Tutto questo è anacronistico e la sicurezza è una responsabilità che deve interrogare tutti: sindacati, imprese e istituzioni. Per noi la sicurezza sul lavoro è diventata una vera e propria emergenza nazionale”. Così il segretario confederale della Cgil, Nino Baseotto, intervenuto oggi in Rai alla conferenza stampa di presentazione del Concerto del Primo Maggio, che come tutti gli anni si terrà a Roma in Piazza San Giovanni, e che avrà come slogan “Sicurezza: il cuore del lavoro”.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato il dirigente sindacale – deve essere quello di creare più lavoro, il 32% di disoccupazione giovanile costituisce un macigno insormontabile per permettere al paese di riprendere la via della crescita e dello sviluppo, ma deve essere lavoro dignitoso e sicuro”.

Per questo, ha concluso, il tema della sicurezza sul lavoro è il tema scelto quest’anno da Cgil, Cisl e Uil per celebrare la festa dei lavoratori, e “che sarà al centro delle centinaia di iniziative organizzate dal sindacato confederale su tutto il territorio”.

La città di Prato, che rappresenta un’importante e simbolica realtà industriale dove il tema della salute e sicurezza sul lavoro è fortemente sentito, ospiterà quest’anno la manifestazione nazionale, con il tradizionale corteo dei lavoratori e il comizio dei tre leader sindacali.

L’appuntamento è alle ore 10, in Piazza Mercatale, dove partirà il corteo che percorrerà Via San Silvestro, Piazza San Marco, Via Piave, Piazza delle Carceri, Piazza San Francesco, Via Ricasoli, Via Cesare Guasti e Via L. Muzzi. L’arrivo è in Piazza del Duomo dove, a partire dalle ore 12.00, si terrà il comizio conclusivo dei tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Prima della manifestazione nazionale a Prato, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil si recheranno al cimitero monumentale di Marcognano situato a Torano, frazione del comune di Carrara, lungo il passo delle Alpi Apuane, dove alle ore 8 è prevista la deposizione di una corona al monumento ai caduti sul lavoro. Nel pomeriggio, invece, si terrà come ogni anno il ‘Concertone’ in piazza San Giovanni a Roma, promosso dalle tre confederazioni e organizzato da iCompany. Una lunga maratona musicale trasmessa come sempre in diretta Tv da Rai 3 e in diretta radio da Rai Radio 2.

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

17-11-2018
La strada di Corleone dove sorge la casa dei Riina, via Scorsone, ....
17-11-2018
Con davanti uno striscione con scritto 'Contro razzismo e repressione ....
17-11-2018
Sta collezionando sempre più firme e adesioni la petizione ....
17-11-2018
Continua senza sosta la strage delle donne morte per femminicidio, ....
17-11-2018
Stamani a San Casciano val di Pesa (Firenze) la Cgil ha inaugurato ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo