Una battaglia quotidiana per la sicurezza sul lavoro
Di: Mauro Fuso
mer 22 ago, 2018
Mauro Fusoo

Il 21 agosto nel Paese altri quattro morti sul lavoro, di cui due nella nostra regione. Nonostante l'impegno e l'attenzione della Regione Toscana sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, nonostante gli allarmi e le iniziative del sindacato.
Purtroppo si lavora spesso in condizioni limite e questi due infortuni mortali di ieri, nel porto di Marina Carrara e in un appalto della rete elettrica nell’aretino, dimostrano la fragilità e i rischi a cui alcuni lavoratori sono soggetti.
Questa striscia di sangue fa emergere con sempre maggiore chiarezza che c'è bisogno di una ‘battaglia quotidiana’ per affermare la cultura della sicurezza sul lavoro, sicuramente allentata da questi anni di crisi e precarietà.
Una ‘battaglia quotidiana’ e non una campagna una tantum per affermare con forza che in Toscana si lavora mettendo la persona e la sua dignità al primo posto.
Questo è il messaggio di prevenzione che dobbiamo trasmettere con una comunicazione incisiva e martellante, a cui la Regione, insieme al sindacato e alle imprese, può dare un grande impulso”.

(l'autore è membro della segreteria regionale Cgil Toscana)

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

17-10-2018
Istituto Francese, oggi sciopero e presidio dei lavoratori a ....
17-10-2018
In Italia, dagli anni pre-crisi ad oggi, c’è stato ....
17-10-2018
Cancellare la protezione umanitaria per i richiedenti asilo non ....
17-10-2018
E' salita di quasi 3 punti rispetto al 2016 la percentuale di ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo