Export e infrastrutture, la ricetta per il rilancio. Il tema dell'ambiente sia centrale
Di: Dalida Angelini (La Nazione 06.11.2019)
mer 06 nov, 2019
Dalidaa Angelini

Il dato di base è un Pil inchiodato allo 0%, anche se la Toscana sta meglio di tante altre regioni italiane, specie sul fronte dell’export. Ma, fra dazi e Brexit c’è poco da stare tranquilli.
Vero è che la Toscana sta meglio di tante altre regioni italiane, specie sul fronte dell’export. Ma, fra dazi e Brexit c’è poco da stare tranquilli» avverte la segretaria regionale toscana della Cgil, Dalida Angelini. La risposta sta, in gran parte, nella riattivazione del mercato interno, a partire dalle infrastrutture. «Perché - aggiunge Angelini citando il recente patto per lo sviluppo - rendere la Toscana appetibile per gli investimenti è difficile se le imprese si trovano di fronte problemi di trasporto». Di ricette per il rilancio del sistema economico, disuguaglianze fra insidie e opportunità si discuterà a partire da oggi per tre giorni a Pistoia, a Cgil Incontri, con tanti ospiti nazionali e internazionali. Tra i momenti clou quello in programma domani a mezzogiorno quando saliranno sul palco dell’auditorium Terzani alla biblioteca San Giorgio - realizzata in un ex capannone della fabbrica dei treni pistoiesi - il segretario nazionale della Cgil, Maurizio Landini, e il presidente dell’Europarlamento David Sassoli chiamati a dialogare sugli scenari economici attuali moderati da Agnese Pini, direttrice de La Nazione. Tra gli altri ospiti di rilievo della tre giorni pistoiese anche il sottosegretario a Economia e Finanze, Antonio Misiani, che sempre domani parteciperà al seminario Lo spazio globale delle banche e della finanza.
La città da sempre punto di riferimento dell`industria metalmeccanica nel settore trasporti (prima con Ansaldo Breda oggi con Hitachi) sarà il teatro di discussioni anche sul futuro della Toscana. Angelini, qual è la situazione?
«Il dato di base è un Pil inchiodato allo 0%. Buone le performance del settore moda e meccanica sul piano delle esportazioni, ma ciò non compensa la crescita misera dei consumi interni uguale allo scorso anno (+0,5%). In controtendenza il dato occupazionale che nel primo trimestre 2019 con circa un milione e 600mila occupati registra, con un leggerissimo decremento sul 2018 (506 occupati), una sostanziale tenuta».
E sul fronte occupazionale?

Il dato Ires Cgil riferito alla qualità della domanda di lavoro sottolinea un miglioramento con i contratti a tempo indeterminato cresciuti (comprese le trasformazioni) di circa 11mila unità. La disoccupazione cala e si attesta al 7,7% dall’ 8,3% dello stesso trimestre dell’anno precedente compensata tuttavia dall’aumento del numero degli inattivi».
Come si colloca la nostra Regione rispetto alle altre?
La Toscana ha affrontato la crisi meglio di altre Regioni ma nel frattempo le disuguaglianze sociali sono aumentate così come quelle territoriali. La Regione continua quindi a crescere a due velocità». Nella parte «alta» si posiziona Firenze con la sua area metropolitana, anche se già Pistoia e Prato segnano il passo. Le altre province stanno sotto, penalizzate anche dalla crisi bancaria che potrà continuare a sortire i suoi effetti.
La ricetta giusta?
Il nodo da sciogliere è dunque quello della «ripartenza» a cominciare dai punti di forza: export e turismo. Le esportazioni in modo particolare hanno mostrato in Toscana una tendenza all’aumento
seconda soltanto, a livello nazionale, al Trentino. Si tratta adesso di riattivare il mercato interno, puntando tutto sulle infrastrutture, dalla Tirrenica annunciata da cinquant’anni e mai realizzata, per arrivare alle ferrovie.
In Toscana rimangono però aperte numerose vertenze e crisi aziendali, conclamate o possibili. SI pensi a Piombino...
Rimarrei cauta su ogni ipotesi, fino alle prossime decisioni del governo sull’Uva.
Ma certamente il tema dell’ambiente è importante e deve entrare al centro di un dibattito e di una prospettiva di sviluppo. Anche di questo discuteremo a Pistola.

Di Simone Trinci (La Nazione 06.11.2019)

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

13-11-2019
C'è tempo dal 7 al 31 gennaio 2020 per inoltrare la domanda ....
13-11-2019
"Le richieste dei sindacati dei pensionati sono sacrosante, chiedono ....
13-11-2019
Reazioni e commenti in Toscana il giorno dopo le perquisizioni, ....
13-11-2019
I carabinieri forestali hanno effettuato un controllo su un taglio ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)