La Cgil al Servizio di Chi Ha Bisogno
oplà

"Oplà", è nato a Firenze il primo sportello sindacale Cgil per assistere su lavoro e previdenza chi incorre in patologie oncologiche. L’idea del servizio nasce da Silvia, sindacalista incorsa in una patologia oncologica: “Ci sono diritti esigibili da far conoscere: rimborsi, permessi, part time agevolati, possibilità di telelavoro, persino sconti per i mezzi di trasporto pubblici”Le patologie oncologiche colpiscono le persone anche durante la propria vita lavorativa: e la possibilità di conciliare cura, vita e lavoro è fondamentale anche per la buona riuscita delle terapie. Ed è per rispondere a questa esigenza che nasce a Firenze, per iniziativa della Cgil, lo sportello “Oplà” (acronimo di "orientamento, previdenza, lavoro e assistenza", ma anche la parola pronunciata quando l’ostacolo è superato, magari con un salto): si tratta del primo sportello sindacale che vuole dare assistenza su lavoro e previdenza a chi incorre in patologie oncologiche.
LA STORIA DI SILVIA
E Silvia Cecchi è la persona a cui è venuta l’idea di offrire questo servizio e che l’ha proposto alla Cgil. Silvia è una sindacalista fiorentina che è incorsa in una patologia oncologica: nei mesi di convalescenza ha voluto approfondire la propria conoscenza in materia di diritti per questa tipologia di malati. E in questa fase ha scoperto che tra questi diritti ci sono, ad esempio, rimborsi, permessi, part time agevolati, possibilità di telelavoro, persino sconti per i mezzi di trasporto pubblici. “Ho pensato che sarebbe stato di grande aiuto creare un luogo dove riunire le competenze - patronato, consulenza del lavoro, accoglienza, assistenza sanitaria integrativa - che aiutano i soggetti con patologie oncologiche a riconciliare la propria esperienza di malattia con il lavoro, che poi è una delle forme di cura e di ritorno alla normalità”, racconta.
Le volontarie che si alterneranno allo sportello Oplà (che opera all'interno dei servizi offerti dallo sportello "Donna chiama donna" della Cgil fiorentina che ha come referente Valeria Cammelli) sono state appositamente formate. Ad ora l’apertura dello sportello è settimanale, il venerdì, dalle 15 alle 18 (tel. 055 2700417 - 347 3369959).
“Lo sportello Oplà vuole aiutare le persone che incorrono in patologie oncologiche indirizzandole verso le strade giuste per far valere i diritti che hanno da un punto di vista di lavoro e previdenza, diritti che magari non sanno nemmeno di avere. E’ una questione fondamentale di giustizia e un modo importante per affrontare la difficile fase della terapia. Come sportello partiamo dalle patologie oncologiche con l’obiettivo di arrivare a poter occuparsi anche di altre patologie invalidanti”, dice Paola Galgani.

Creato il:lun 17 ott, 2016 5:45 pm

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

16-12-2017
Edilizia toscana, i numeri di una crisi senza fine: lunedì ....
15-12-2017
(di Manuela Correra) (ANSA) Nuovo stop della Sanità pubblica ....
15-12-2017
"La Regione si costituirà parte civile a difesa della ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Français     Deutsch     Español     Russo