Vita da artista, stipendio da fame: uno su due guadagna meno di 5000 euro l'anno [La ricerca]
artisti

Il rapporto realizzato da Slc Cgil in collaborazione con la Fondazione Di Vittorio. Una platea di oltre 130 mila lavoratori: la metà sono attori. Uno su dieci pagato a voucher, solo il 4% ha un contratto a tempo indeterminato. Solo il 17% è riuscito ad ottenere un prestitoTutti i mali del lavoro precario, non garantito, poco pagato quando lo è, sembrano concentrarsi tra i lavoratori dello spettacolo. Una massa variegata di professionisti del nostro tempo libero che a parte i superstipendiati delle tv, lavorano dietro le quinte, nelle manifestazioni di strada, compresi tutti quei festival e fiere che attirano gente e magari sono finanziati con soldi pubblici.
Sono ballerini, musicisti, attori, comparse, sceneggiatori, autori, drammaturghi, poeti di strada. È la vita dell'artista, vita agra da sempre, ma oggi ancora più precaria e incerta nonostante musica, immagine e spettacolo siano ormai dominanti nella vita quotidiana. Ce lo racconta la prima indagine italiana su questo mondo variegato fatta dalla Fondazione Di Vittorio Cgil, che ha raccolto con questionari on line le testimonianze di chi vive del proprio talento.
E dall'analisi dei dati emergono tutte le storture del nuovo millennio. La metà dei lavoratori dello spettacolo, il 51,4% ha un'entrata annua che non supera i 5.000 euro, il 37,5% si colloca tra i 5 e i 15mila. E solo un 4,2% può contare su un'entrata oltre i 25mila. È vero che non lavora tutti i giorni, ma non è una consolazione. E chi non c'è la fa spesso fa un secondo lavoro, quello appunto con cui riesce a far quadrare i conti. Barbara Ardù (da repubblica.it)

.

SCARICA LA RICERCA COMPLETA PDF

Creato il:ven 05 mag, 2017 2:16 pm

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

24-04-2018
Riparte per l'edizione 2018 "Estate in campo!" con i campi e ....
24-04-2018
Il Primo Maggio è una data storica nata per rivendicare ....
24-04-2018
La situazione di tensione presente sul territorio di Massa e ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo