Gennaio-Aprile 2017 -2% assunzioni a tempo indeterminato +1.7% i licenziamenti
INPS PRECARIATO GEN APRILE

MENO DI 1.500 EURO IN BUSTA DEL 33.5% NUOVI ASSUNTI, ERANO IL 33.6% UN ANNO FA
Nel periodo Gennaio Aprile 2017 secondo i dati dell'Osservatorio sul Precariato dell'Inps In Toscana le assunzioni a tempo indterminato sono diminuite del 2% e i licenziamenti sono aumentati dell'1.7% rispetto allo stesso periodo del 2016. Sono cresciuti al contrario i contratti a termine, di apprendistato e stagionali. Nel complesso le asunzioni sono aumentate del 24%. Diminuiscono del 12.7% le trasformazioni dei contratti a termine e del 13.4% il complesso delle trasformazioni. Infine sempre nel periodo in esame rispetto allo stesso periodo dello scorso anno le quota delle assunzioni con una retribuzione mensile inferiore a 1.500 euro è del 35.5% a fronte del 33.6% di un anno fa [dato nazionale]. La sintesi di tutti questi numeri è che il lavoro in Italia è sempre più precario e sempre meno pagato. nb

Mercato Lavoro Toscana: Istat e Osservatorio Inps ci raccontano un mondo precario
Lami, Il Jobs Act non da prospettive di futuro ai giovani cui nella migliore delle ipotesi restano contratti part time o a tempo determinato regolarmente non rinnovati, così come non trasformati sono i contratti in apprendistato.
Firenze 28.06.2017.- “Il Governo si ripromette di limitare il diritto di sciopero, un diritto previsto dalla Costituzione mentre chiude gli occhi sulle problematiche serie che affliggono il mondo del lavoro.
Dai dati forniti da Istat, si evince gli assunti a tempo indeterminato in Italia sono 20%, il 19% in Toscana nel periodo gennaio Aprile 2017 secondo i dati dell’Osservatorio su Precariato dell’Inps. Sempre secondo Osservatorio gli assunti a termine nello stesso periodo sono stati il 64%, cui va aggiunto un 12% di stagionali e un 5% in apprendistato.
Se poi si esaminano i dati relativi ai voucher si rileva un grande boom di contratti a chiamata dal giorno in cui sono stati aboliti per decreto, in espansione anche il lavoro somministrato che arriva al 23% di utilizzo sempre al posto dei voucher. Con ciò è ampiamente dimostrato che ci sono gli strumenti adeguati a tutela di imprese e lavoratori e che non c’era alcun bisogni di reintrodurre i voucher con il contratto Prest0.
Conclusivamente siamo costretti ad evidenziare che il Jobs Act non da prospettive di futuro ai giovani cui nella migliore delle ipotesi restano contratti part time -75% degli indeterminati secondo l’istat- o a tempo determinato regolarmente non rinnovati, così come non trasformati sono i contratti in apprendistato”.

TOSCANA SCARICA LA SCHEDA (TESTO)

SCARICA LA SCHEDA GRAFICA

SCARICA IL REPORT MENSILE GENNAIO-APRILE 2017 PDF*

* I dati toscani nelle tabelle 4A - 4B - 4D - 5B

.

Creato il:sab 24 giu, 2017 1:03 pm

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-08-2017
Il futuro della centrale Seca di Piombino, considerata all'avanguardia ....
23-08-2017
All’indomani dell’evento che ha colpito l’isola ....
23-08-2017
Massafra (Cgil) sulle dichiarazioni del ministro Fedeli: “Sono ....
23-08-2017
di Ilaria Romeo* da rassegna.it Dieci anni fa moriva Bruno Trentin. ....
23-08-2017
di Martina Bortolotti da rassegna.it. La testimonianza di Marco, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo