Il lavoro è il presupposto per affermare la dignità e la libertà delle persone
XVIII

Roma, 11 novembre – Il Comitato Direttivo della Cgil, riunitosi nelle giornate del 27 ottobre e di oggi, ha approvato con tre astenuti e nessun voto contrario l’ordine del giorno presentato da tutti i componenti della segreteria confederale, che inviamo di seguito.
Il Comitato Direttivo, ritiene che il Congresso si stia svolgendo nel rispetto delle regole date e considera legittimo il percorso che ha portato alla proposta avanzata in merito alla candidatura a segretario generale, contenuta nella relazione. Il Comitato Direttivo prende atto che su questo percorso si sono legittamamente manifestate differenti posizioni.
È importante che il documento ‘Il lavoro è’ presentato dalla maggioranza del gruppo dirigente venga fatto vivere nella fase congressuale in atto, anche alla luce del contesto politico e sociale attuale.
Lo stesso confronto sui futuri assetti dell’organizzazione, a partire dall’elezione del segretario generale, deve svolgersi nel pieno rispetto del pluralismo di idee e delle regole che definiscono modalità e procedure negli organismi preposti, eletti al prossimo congresso nazionale.
Il Congresso, momento fondamentale dell’organizzazione, deve concludersi confermando il carattere libero, partecipato e civile di confronto fin qui determinatosi, nel rispetto del voto largamente maggioritario delle iscritte e degli iscritti ai contenuti del documento ‘Il lavoro è’.
In tale contesto, ci sono tempi e condizioni per rafforzare l’unità della Cgil, per salvaguardarne e valorizzarne il ruolo come punto di riferimento del mondo del lavoro e nella società.

La relazione introduttiva del segretario generale della Cgil Susanna Camusso del 27 ottobre
=======================

Si è svolto giovedì 7 giugno il Comitato direttivo della Cgil che ha assunto i testi definitivi dei due documenti congressuali: “Il Lavoro è” che ha come primo firmatario il Segretario Generale Susanna Camusso e “Riconquistiamo tutto!” come primo firmatario Eliana Como (scaricabili sotto)

Ordine del giorno della Segreteria Nazionale approvato al Comitato Direttivo del 29 maggio 2018
L’assunzione da parte del Direttivo Nazionale, con una larghissima maggioranza, del documento congressuale "Il lavoro è..." rappresenta una condizione determinante per rendere più forte l'unità politica e l'iniziativa sindacale della CGIL. Tale obiettivo è ancor più importante nella crisi politica ed istituzionale del Paese, che rischia di lasciare irrisolti e di aggravare i problemi del mondo del lavoro, dei giovani e dei pensionati.
Il documento congressuale, sostenuto dall'ampia unità dell'organizzazione, costituisce la base politica per affrontare il tema del rinnovamento dei gruppi dirigenti, coerentemente con gli obiettivi e i contenuti in esso individuati.
È in questo contesto che potrà e dovrà essere gestito il percorso che porterà alla individuazione della proposta per l'elezione del nuovo Segretario Generale della CGIL, prendendo atto che ad oggi nessuna candidatura è presente nella discussione all'interno dell'organizzazione, respingendo qualunque strumentalizzazione e condizionamento il cui fine è solo dividere e indebolire la CGIL.
Tale percorso, sarà sostenuto dall'impegno responsabile di tutte le strutture dell'organizzazione, nella massima trasparenza e rispetto delle regole previste dallo Statuto, con l'obiettivo di ricercare una sintesi unitaria.
La Segreteria, sulla base di una proposta del Segretario Generale, si assume l'impegno di verificare le condizioni per avanzare una proposta unitaria al Comitato Direttivo, sulle caratteristiche e sui criteri del progetto e del percorso di rinnovamento del gruppo dirigente e del Segretario Generale.

SCARICA IL DOCUMENTO ''IL LAVORO E'''

DOC. 2 RICONQUISTIAMO TUTTO

18° Congresso Cgil. Assemblea generale toscana: 4mila persone coinvolte, 1.200 interventi
Congresso Cgil, assemblea generale della Cgil Toscana: 4mila persone coinvolte e 1.200 interventi. Angelini: “Rimettere al centro il lavoro e ridare senso concreto alle parole”. Pagni: “Nelle assemblee apprezzamento per il metodo e il percorso congressuale

Sta entrando nel vivo il lungo percorso che porterà alla fine del gennaio 2019 al 18° congresso della Cgil, a Bari presso la Fiera del Levante. Anche in Toscana da alcune settimane, nelle assemblee generali di ogni struttura, si è discusso la traccia di documento congressuale “Il lavoro è”. “Un percorso di grande partecipazione che ha visto in Toscana il coinvolgimento di circa 4mila persone con 1.200 interventi. Dalle assemblee è emerso apprezzamento per il metodo e il percorso, oltre che per la snellezza del documento. Sono stati avanzati vari contributi integrativi che passeranno all’istanza superiore, dalla sicurezza sul lavoro alle politiche di genere, solo per citare due temi come esempio”, ha spiegato Monica Pagni, responsabile organizzazione nella segreteria di Cgil Toscana. Attraverso la sintesi di questo enorme lavoro di partecipazione, si arriverà a determinare il documento che sarà alla base del prossimo congresso.
Oggi, all’Istituto Stensen di Firenze, con l’assemblea generale della Cgil Toscana (conclusa da Rossana Dettori di Cgil nazionale) si è chiusa la prima parte del percorso. Ha detto Dalida Angelini (segretaria generale Cgil Toscana), che ha aperto i lavori dell’assise: “Nella storia della Cgil, il documento politico è sempre stato il frutto del lavoro di 50/60 persone. Solo in Toscana, per discutere la traccia sono state coinvolte circa 4mila persone: ciò dà la dimensione di come la Cgil ha scelto di costruire dal basso, allargando la partecipazione, una discussione su quello che è stato fatto in questi anni e sulle proposte da mettere in campo per il futuro. Nella traccia, attraverso delle parole d’ordine, si vuole rimettere al centro il tema del lavoro, che in questi anni di crisi economica, sociale e culturale è stato svalorizzato e disgregato. Al tema del lavoro si coniugano poi quelli dei diritti, dell’uguaglianza, della democrazia, della partecipazione. Parole a cui si prova a ridare un senso concreto”.
Prossimi appuntamenti, le assemblee generali delle categorie nazionali: poi, a giugno tocca ai Direttivi, e tra il 20 giugno e ottobre sarà la volta delle assemblee congressuali di base. Infine, prima del Congresso della Cgil Toscana del 23-24 novembre a Pistoia, ci saranno i congressi delle categorie provinciali e regionali, delle Camere del lavoro e dello Spi Cgil regionale.

Creato il:mar 03 apr, 2018 2:33 pm

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

14-12-2018
Arriva a Prato una mostra multimediale per illustrare ricerche, ....
14-12-2018
" Piccoli interessi localistici che prevalgono sugli interessi ....
14-12-2018
Incontro tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria. Firmato un primo ....
14-12-2018
La richiesta sindacale si attesta su un importo di 155 euro, ....
14-12-2018
"Anziché viaggiare sul pullman, vattene in giro in cammello". ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo