FERROVIE: SINDACI AREZZO,CHIUSI E ORVIETO CRITICANO FS
"Siamo nel mezzo di una rivoluzione ferroviaria, di cui vorremmo essere protagonisti e non spettatori": lo scrivono, in un documento congiunto, i sindaci di Arezzo, Giuseppe Fanfani, di Chiusi, Luca Ceccobao, e di Orvieto, Stefano Mocio, a proposito della vertenza tra i pendolari dei loro territori e le Ferrovie dello Stato. Secondo i tre sindaci, le stazioni di Arezzo, Chiusi e Orvieto, private dei treni Intercity per favorire l'alta velocità "perderanno valore e funzione". "Dal 14 dicembre - ricordano - il nuovo orario ferroviario dovrebbe sancire questa situazione. Lavoratori, studenti, famiglie, turisti saranno fortemente disincentivati ad usare il treno, e intercettare l'alta velocità sarà un problema per intere comunità. Tutto ciò è inaccettabile, specie per la logica che sta dietro a queste scelte. Trenitalia teme l'arrivo di altre società nella remunerativa direttissima e occupa tutte le fasce orarie per scongiurare la concorrenza". I tre sindaci si chiedono se "si può togliere improvvisamente un servizio pubblico senza dare un'alternativa" visto che "la direttissima è stata costruita con il denaro pubblico e non può essere attraversata esclusivamente dai treni veloci di Trenitalia o di privati: deve garantire anche il collegamento veloce con le grandi città e, quindi, con gli Eurostar. Dunque, occorre destinare una quota di orario al transito degli Intercity lungo la linea direttissima". La loro proposta è che, dal 14 dicembre, alcuni degli Intercity destinati alla linea lenta siano fatti viaggiare nella direttissima la mattina, il pomeriggio e la sera: "quando, cioé - concludono - viaggiano i pendolari". (ANSA).
Notizia del: lun 10 nov, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

18-10-2019
Partirà alle 15 da piazza Santa Maria Novella la manifestazione ....
18-10-2019
In data odierna la nostra delegazione regionale composta dalla ....
18-10-2019
Sciopero Nazionale di 8 ore per l’intero turno delle lavoratrici ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)