COMUNI: DOMENICI (ANCI), LA SITUAZIONE E' DAVVERO INSOSTENIBILE
Per i Comuni la situazione ''e' diventata davvero insostenibile''. Lo ha spiegato il presidente dell'Anci e sindaco di Firenze, leonardo Domenici, in un editoriale pubblicato sul sito di Ifel-Anci.
''Siamo convinti che occorra allora una immediata riduzione dell'obiettivo imposto ai Comuni dalle ultime manovre finanziarie, lo sblocco delle entrate e la revisione delle regole del patto di stabilita' interno per lo svincolo delle spese per investimenti. Riteniamo infatti - spiega Domenici - che i Comuni possano contribuire attivamente a risolvere la grave crisi economica e l'ormai acclarata fase di recessione che il nostro Paese sta attraversando, attraverso un rilancio degli investimenti infrastrutturali sul territorio.
E' infatti fondamentale consentire ai comuni l'utilizzo degli avanzi di amministrazione (circa 3,5 miliardi) per l'abbattimento dello stock di debito e l'accelerazione delle procedure per svincolare i residui passivi presenti nei bilanci (circa 63 miliardi) anche attraverso una modifica delle regole del patto di stabilita' interno. Com'e' di tutta evidenza, tali misure avrebbero effetti immediati sulla ripresa dell'economia e, allo stesso tempo, potrebbero comportare una riduzione del debito pubblico''.
asca
Notizia del: lun 01 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

14-09-2019
Nei primi sei mesi del 2019 la Toscana ha esportato 3,2 miliardi ....
14-09-2019
Gli auguri della Fnsi al neo sottosegretario Andrea Martella. ....
14-09-2019
Al via il 16 settembre la VI edizione dell’evento annuale ....
14-09-2019
Slc: "Siamo fermamente convinti che lo spirito solidaristico ....
14-09-2019
Lorna Vatta, ingegnere, con esperienza in ambito industriale ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)