FIGLINE VALDARNO: PIRELLI, DOMANI INCONTRO AL MINISTERO DEL WELFARE
QUELLA che inizia oggi è una settimana cruciale per la Pirelli di Figline, visto che dopo la rottura delle trattative fra azienda, sindacati e Rsu adesso la parola passa agli operai e alle decisioni che decideranno di adottare, prima dell’inizio delle quattro settimane di cassa integrazione. Domani ci sarà l’incontro al Ministero, promosso dai rappresentanti fiorentini di An e Fi Nicola Nascosti e Samuele Baldini, al quale è stata invitata una delegazione delle rappresentanze sindacali e Rsu dello stabilimento figlinese. Intanto undici lavoratori interinali hanno già perso il posto e altri cinque hanno il contratto in scadenza il 21 dicembre. A livello istituzionale va sottolineato il voto unanime del consiglio provinciale su una mozione presentata dalla VI commissione con la quale si chiede di aprire “un tavolo regionale per la Pirelli” e si esprimono “forti preoccupazioni sull’esito delle decisioni assunte dal gruppo imprenditoriale ed auspica che l’azienda dimostri disponibilità e responsabilità rispetto alle condizioni sociali dei lavoratori”. Nel documento si sottolinea la necessità di un’iniziativa, anche istituzionale, che faccia leva sulla responsabilità che deve manifestare la Confindustria la quale – viene precisato – non può firmare patti per lo sviluppo insieme alle istituzioni e poi rimanere assente quando ci sono crisi che investono settori importanti come quello dell’auto a cui, ovviamente, è legata la questione del filo d’acciaio che sta dentro i pneumatici ed è prodotto a Figline”. Per evitare che la crisi della Pirelli rappresenti un “devastante impatto sociale per l’intero Valdarno” occorre, riattivare immediatamente “quel tavolo istituzionale dove al centro della discussione si metta lo sviluppo futuro dello stabilimento Pirelli”. Ma in Valdarno la crisi non riguarda solo la Pirelli, infatti ci sono grosse difficoltà anche la quarantacinquina di dipendenti della camiceria Fabry’s già messi in mobilità dall’azienda, e per questo oggi alle 15, convocata da Andrea Calò, la VI commissione si riunirà in Provincia alla presenza del sindaco Riccardo Nocentini, di Bernardo Marasco della Filtra-Cgil e Michele Cutaneo della Uilta-Uil. DA LA NAZIONE
Notizia del: mar 09 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

13-11-2019
C'è tempo dal 7 al 31 gennaio 2020 per inoltrare la domanda ....
13-11-2019
"Le richieste dei sindacati dei pensionati sono sacrosante, chiedono ....
13-11-2019
Reazioni e commenti in Toscana il giorno dopo le perquisizioni, ....
13-11-2019
I carabinieri forestali hanno effettuato un controllo su un taglio ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)