LAVORO: CRISI ALLA GALILEO VACUUM SYSTEM, PRESIDIO DIPENDENTI

Vacanze di Natale con l'incubo della cassa integrazione per i 46 dipendenti della Galileo Vacuum Systems di Prato: i dipendenti non ricevono lo stipendio da settembre e stamani hanno manifestato davanti alla sede del Consiglio regionale a Firenze per esprimere la loro preoccupazione per la situazione dell'azienda. Il presidio è stato organizzato dai lavoratori, dalla Rsu e da Cgil e Uil. Secondo i manifestanti, la crisi investirebbe anche i circa 200 lavoratori dell'indotto. La Galileo, spiegano, é una delle tra aziende al mondo produttrici di impianti di metallizzazione in alto vuoto, nata da una costola delle Officine Galileo di Firenze, oggi Galileo Avionica. "Abbiamo ancora 15 milioni di ordini da evadere - spiega Stefano Paoli, dipendente e rappresentante sindacale - quindi il lavoro non manca. A mancare è invece la liquidità. Dal prossimo venerdì e fino al 12 gennaio saremo ufficialmente in vacanza, ma ci aspettiamo le lettere di cassa integrazione". I lavoratori, si legge in un volantino distribuito durante il presidio, si appellano a "istituzioni, Regione Toscana e non ultima Finmeccanica, detentrice di una parte del pacchetto azionario", che "devono aiutarci a trovare una soluzione a questo problema individuando un soggetto serio, capace di gestire una prospettiva industriale e i posti di lavoro per tutti".     

Una delegazione di lavoratori è stata poi ricevuta dal presidente e dal vicepresidente della commissione speciale lavoro del Consiglio regionale, Eduardo Bruno e Mauro Ricci. "Ci faremo carico di sollecitare la Giunta regionale perché faccia tutto il possibile - ha detto Bruno -. L'aspetto che più ci preoccupa è che la crisi non riguarda la produzione, ma si é creato un buco di 30 milioni di euro, per il quale i lavoratori non hanno alcuna responsabilità: non possono essere loro a pagare". (ANSA).

Notizia del: mer 17 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo