CRISI: ALLARME CALZATURIERO, PRODUZIONE PRIMI 9 MESI -6,1%
La crisi inizia a manifestarsi anche nel settore calzaturiero, dove la produzione nei primi nove mesi del 2008 si e' ridotta in misura significativa (-6,1%) mostrando nel terzo trimestre un netto peggioramento. A lanciare l'allarme e' l'Anci, l'Associazione nazionale calzaturifici italiani, secondo cui, tuttavia "il settore non e' ancora di fronte ad una crisi generalizzata. La nostra situazione e' preoccupante come quella di tutti gli altri settori manifatturieri - commenta il presidente dell'organizzazione, Vito Artioli - anzi per il calzaturiero c'e' l'aggravante che questa crisi si innesta su un periodo non breve di sofferenza congiunturale, che le aziende hanno dovuto gestire con pesanti sacrifici negli anni recenti. Pero' oggi siamo di fronte a qualcosa di diverso: non solo una crisi di competitivita' dei nostri prodotti generata dai vantaggi artificiosi di costo e condizioni produttive di cui godono i paesi asiatici, ma una crisi economica generalizzata che si fara' sentire per tutti. In questo contesto sono sicuro che le nostre imprese sapranno fare meglio di altre, a parita' di condizioni, anche perche' hanno gia' dovuto fronteggiare momenti difficili". Per l'Anci c'e' anche un altro dato significativo: davanti a un calo di produzione e a un tasso di inflazione molto contenuto, "i prezzi sono comunque cresciuti dell'1,6% sul mercato interno e del 2,7% su quello estero, portando la contrazione della produzione misurata in valore al 3,9%". "Come avevamo gia' previsto ad inizio anno - sottolinea Artioli - siamo in una situazione in cui il fattore produttivo piu' scarso e' proprio la fiducia. Manca la fiducia negli operatori cosi' come tra i consumatori. Siamo quindi di fronte ad un momento in cui e' difficile sbilanciarsi a fare previsioni e prospettare ottimismo. Pero', oggi, il settore e' piu' forte di qualche anno fa e i buoni risultati ottenuti in alcuni mercati ne sono il segnale. Dobbiamo quindi concentrarci sul nostro business perche' questo momento porta difficolta', ma apre anche nuove opportunita'". (AGI)
Notizia del: mar 30 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo