LUCCA: LE GUARDIE GIURATE INCROCIANO LE BRACCIA PER L'INTEGRATIVO

Sciopero provinciale delle guardie giurate di 24 ore, dalle 18 di domani alla stessa ora del primo gennaio. A convincere le segreterie sindacali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, unitamente ai delegati degli istituti di vigilanza, a atttuare la forma di protesta è stato il mancato rinnovo del contratto integrativo. Le trattative non hanno portato alcun esito. «Le aziende sono ancora arroccate sulla loro posizione - dice Umberto Marchi, segretario Filcams Cgil - L’orario di lavoro è nato negli anni Settanta ed è un orario ridotto, che consente ai dipendenti di effettuare 6 ore di lavoro giornaliero per 36 ore settimanali e la richiesta è di portarlo a quanto previsto dal contratto nazionale, 40 ore settimanali. Con la cancellazione dell’orario sarebbe cancellata anche la norma che concede al dipendente la scelta se fare ore di lavoro straordinario». «Invece di dare un contratto ai lavoratori per una boccata di ossigeno - interviene Giampiero Guidi segretario della Fisascat Cisl - le aziende lucchesi, tramite le loro associazioni, chiedono il ridimensionamento dell’attuale contratto. Noi insistiamo sulla piattaforma rivendicativa presentata alle aziende. È impensabile tornare indietro. Questi lavoratori con gli orari disagiati che hano, percepiscono appena un ticket mensa di 2,58 euro per ogni giornata di presenza. Anche la sicurezza è messa in discussione. Anni fa morì per mano ancora ignota una guardia giurata e si riuscì a fare un accordo per garantire loro la sicurezza inviandoli di pattuglia in coppia. Ora, con la criminalità che aumenta da tutte le parti, vorrebbero che le guardie ritornassero da sole».

DA IL TIRRENO

Notizia del: mar 30 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo