CARRARA: NCA, CGIL: IL GOVERNO NON CI ASCOLTA BISOGNA CONTINUARE LA LOTTA CISL; OCCUPIAMO LA PREFETTURA
Cgil: sì agli scioperi Cisl: occupiamo la prefettura




CARRARA. Andare tutti a Roma dal ministro Scajola? La proposta di Franco Garbati, segretario provinciale della Uil, contro il governo che tiene le distanze, non è che non piaccia alla segretaria di Cigl, Patrizia Bernieri, la quale però dice: «Di delegazioni ne abbiamo fatte, le strade sono già state percorse. Il governo non ci ascolta, perciò va continuata la lotta, compreso il blocco delle flessibilità in Nca». Sergio Zangolli, segretario della Cisl, propone: «Occupiamo la prefettura». La Bernieri insiste, commentando le dichiarazioni di Garbati, secondo il quale anche gli scioperi rischiano di essere inutili se il governo li ignora: «Il territorio la sua parte l’ha fatta, ma c’è un muro di gomma di Roma. Che fare? Quello che si è fatto finora: lottare. Ed è legittimo lo stato di agitazione dentro Nca, fanno bene i lavoratori a protestare, l’assemblea ha votato a maggioranza la forma di pressione, con gli strumenti a disposizione. Questa è la strategia. Tutti dicono che per salvare 800 posti di lavoro in cantiere, fra diretti e indotto, bisogna restare nella navalmeccanica. Ebbene, i lavoratori fanno bene a fare pressioni, con il blocco degli straordinari. Potrebbero occupare il cantiere, ma non lo fanno: stanno solo sospendendo le flessibilità. Trovo strumentale la polemica». E aggiunge: «Questo governo è inadeguato a risolvere i problemi del Pesae, ed è emblematico il caso di Massa Carrara. Non mi spaventa di certo l’idea di una carovana di pullman a Roma con tutti sindacati e le istituzioni locali, ma non dimentichiamoci che la Regione ha deciso di creare la task-force, con al primo posto Massa Carrara e poi Livorno, per il manifatturiero. Quel che potrà fare lo farà con i suoi strumenti, (anche ammortizzatori sociali, finanziamenti, progetti). Non abbiamo la bacchetta magica. Il dramma è che un ministro della Repubblica, alle attività produttive, come Scajola, non si pronunci in prima persona: la lettera in cui riporta il parere di Bono, l’ho trovata inaccettabile, perché fa parlare Fincantieri, e lui cosa dice? Ecco perchè dentro Nca non può andare avanti tutto come se nulla fosse». Secondo la segretaria della Cgil, tuttavia, gli ostacoli sono elevati. «Le aree portuali e del cantiere navale sono appetibili, forse qualcuno ci sta pensando. Non abbiamo certezze sull’approvazione del nuovo piano regolatore portuale. E se Nca fosse ridimensionata dalle navi ai grandi yacht, passando da 200 a 40 lavoratori? C’è spazio per queste ipotesi e per pensare che ci possano essere interessi sia qui che a Roma». Sergio Zangolli, segretario della Cisl, reputa importante la task-force regionale, «per fronteggiare le crisi con interventi straordinari». «Secondo noi va fatta un’azione più marcata verso il il governo per la Eaton, e in particolare con Scajola per Nca». Un’azione come quella propsta da Garbati? «Tutti i mezzi sono buoni per ottenere il tavolo a Roma, una proposta può anche essere quella che le forze politiche e sindacali occupino la prefettura. Sarebbe un’azione eclatante: non muoverci da lì finché il governo centrale non risponde, anche su Nca. Sono amareggiato anche per il silenzio dei ministri Bondi e Matteoli: un silenzio letale, stupefacente e non ammissibile. Il fatto che qui governi il centro sinistra non è un buon motivo per non essere ascoltati. Di fronte a una crisi così grave, chi governa e chi sta all’opposizone, deve superare gli steccati. Il territorio è ormai un ammalato grave, - dice Zangolli - e le previsioni per ilò 2009 sono ancora più drammatiche. Io dico: Non bastano più gli scioperi, ci vuole qualcosa di più forte, come occupare la prefettura. Mi rigvolgo a tutte le forze politiche, senza distinzione. La gente non ce la fa più ad arrivare alla fine del mese. dopo il 7 gennaio qualche fabbrica non aprirà più. Piccole imprese che non hanno ammortizzatori sociali, moriranno. Credo nella task-force regionale, ma per tamponare l’emorragia. Poi bisognerà pensare a rilanciare lo sviluppo».
DA IL TIRRENO
Notizia del: mar 30 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

22-07-2019
Sono rientrati al lavoro i 25 operai pakistani dipendenti del ....
22-07-2019
Braccini, L’atto formale di trasferimento a Brescia dei ....
22-07-2019
Regionalismo differenziato, Cgil e Flc Cgil Firenze esprimono ....
22-07-2019
Caos treni a Firenze, la Filt Cgil e la Cgil: “Grave episodio ....
22-07-2019
Scuola-Lavoro, rinnovato il protocollo con gli Istituti del circondario ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo