CASA: FEDERCONSUMATORI, AFFITTI +72% SPESE +35% IN 7 ANNI
Dal 2001 al 2008 gli italiani hanno speso il 72% in piu' per l'affitto e il 35% in piu' per il mantenimento della casa di proprieta'. Il dato emerge da uno studio realizzato dall'Osservatorio nazionale della Federconsumatori, secondo cui il capitolo incide sempre piu' pesantemente sul bilancio familiare. Per chi possiede un'abitazione, spiega l'associazione dei consumatori, negli ultimi sette anni ha inciso in negativo il notevole aumento delle rate dei mutui a tasso variabile, che ha coinvolto oltre tre milioni di famiglie. Dal 2006, infatti, la rata del mutuo e' cresciuta di oltre 200 euro al mese e, solo oggi, si sta verificando una lenta frenata. A questo si sono aggiunti i consistenti rincari per le bollette energetiche, anche queste in calo negli ultimi mesi. Notevole anche la lievitazione dei costi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria. Ma la situazione non e' piu' rosea per chi vive in affitto. La rata media per un appartamento di 90 metri quadrati in una zona intermedia di una citta' metropolitana e' cresciuto del 79%, passando da 610 a 1.090 euro. Dal 2001 al 2008 aumenti sostanziosi anche per la tassa sui rifiuti (+ 79%), per le spese di condominio (+74%), per il riscaldamento (+ 54%), per la bolletta della luce (+ 64%), dell'acqua (+ 50%) e del gas (+ 40%). In calo solo i costi telefonici, sui quali gli inquilini hanno risparmiato il 7%. (AGI)
Notizia del: mar 30 dic, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-07-2019
"La mancata adozione di interventi correttivi in tempi brevi ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo