CARCERI: LIVORNO; DETENUTO IN COMA PROFONDO DOPO LITE
Un detenuto siciliano del carcere livornese delle Sughere è ricoverato in stato di coma all'ospedale di Livorno, dopo una caduta a seguito di una lite con un altro detenuto. L'episodio è avvenuto mentre i due stavano salendo le scale per tornare all'interno della loro sezione, dopo essere stati al "passeggio" nelle aree comuni dell'istituto. La lite è avvenuta quasi due mesi fa, ma la notizia è diventata nota oggi, dopo essere stata pubblicata dal quotidiano Corriere di Livorno. Il detenuto, che secondo i medici del reparto di terapia intensiva rischia di rimanere in stato vegetativo, è Alfonso Maria Vizzini, di Niscemi (Caltanissetta), 23 anni, recluso per reati comuni. Il giovane, secondo la ricostruzione fatta dalla polizia penitenziaria e dalla direzione del carcere livornese, ha avuto un diverbio con un altro detenuto, italiano, che mentre salivano le scale lo ha colpito con una violenta gomitata facendolo cadere rovinosamente sulle scale. Vizzini, sbattendo la testa sui gradini della scala, ha subito la frattura del cranio. L'aggressore, anche lui detenuto per reati comuni, si è giustificato con gli agenti dicendo: "L'ho soltanto spinto, non volevo certo ammazzarlo". Dopo l'episodio è stato denunciato e trasferito in un altro istituto di pena toscano. (ANSA).
Notizia del: lun 05 gen, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

14-09-2019
Nei primi sei mesi del 2019 la Toscana ha esportato 3,2 miliardi ....
14-09-2019
Gli auguri della Fnsi al neo sottosegretario Andrea Martella. ....
14-09-2019
Al via il 16 settembre la VI edizione dell’evento annuale ....
14-09-2019
Slc: "Siamo fermamente convinti che lo spirito solidaristico ....
14-09-2019
Lorna Vatta, ingegnere, con esperienza in ambito industriale ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)