LAVORO: BUITONI; SI PREPARA SGOMBERO, AUTOBLINDO IN CITTA'
C'é grande tensione allo stabilimento Buitoni di Sansepolcro dopo la rottura delle trattative sul salvataggio dei 71 dipendenti della cooperativa L&L che aveva in gestione, attraverso un subappalto, la movimentazione delle merci e che ora si trovano senza lavoro dopo la decisione della Newlat di non rinnovare il contratto e di impiegare, in quel settore, dipendenti della Buitoni che avrebbero dovuto essere collocati in cassa integrazione per la carenza di lavoro. I dipendenti della cooperativa stanno ancora occupando il magazzino ed il gruppo che fa capo all'imprenditore Angelo Mastrolia ha presentato un esposto denuncia all'autorità giudiziaria. Per questa mattina era stato ipotizzato l'intervento delle forze dell'ordine per sgombrare i locali occupati ed a questa notizia le istituzioni locali e provinciale avevano risposto annunciando un presidio dello stabilimento per impedire lo sgombero forzato. Ma lo sgombero non c'é stato e la protesta degli amministratori locali è stata annullata. Probabile che l'intervento delle forze dell'ordine possa avvenire mercoledì alla ripresa del lavoro. Stamani, intanto, alcuni autoblindo sono giunti alla caserma dei carabinieri di Sansepolcro a conferma che l'azione non è molto lontana. Nel frattempo proseguono a ritmo serrato i contatti tra istituzioni, sindacati ed azienda per tentare di sbloccare una vertenza che rischia di precipitare. (ANSA).
Notizia del: lun 05 gen, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

15-07-2019
Salvato dagli agenti della Polfer un uomo che camminava lungo ....
15-07-2019
Quota 100 non supera la Legge Fornero: secondo i sindacati il ....
15-07-2019
Falegnami (Castelfiorentino), l’azienda vuole licenziare ....
15-07-2019
Rimane confermato il codice arancione fino alle 21 di stasera, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo