PD: DOMENICI, RIDOTTO A SOMMA DI COMITATI ELETTORALI

''Vogliamo fare un partito capace di esprimere una proposta programmatica forte, oppure, vogliamo fare un partito che sia soltanto una sommatoria di comitati elettorali. Credo che questa sia la prospettiva piu' rischiosa, ma credo anche che sia la situazione in cui ci troviamo in questo momento''. Cosi', il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, sul Partito democratico di cui e' uno dei massimi esponenti, in un'intervista all'Unita'.
Secondo Domenici ''il problema fondamentale e' che ci sono delle situazioni che presentano elementi degenerativi nelle realta' locali, ma questo e' proprio il risultato dello scollamento, della frattura e della mancanza di rappresentanza nel rapporto tra il gruppo nazionale e la realta' politica e amministrativa dei territori. La questione ci rimanda di nuovo al tipo di partito che vogliamo costruire''.
Il sindaco di Firenze si chiede ''se non sia opportuno andare a un chiarimento serio, vero, dentro il Pd'' su alcune dichiarazioni di esponenti del partito, tra cui il veltroniano Giorgio Tonini, per cui ''bisognerebbe, facendo di ogni erba un fascio e senza fare nessuna distinzione di merito, introdurre una piu' netta distinzione tra il partito e gli amministratori locali''.
''Penso - conclude Domenici - che si stia dicendo una cosa sbagliata, gravemente sbagliata''.

ASCA

Notizia del: gio 08 gen, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo