PIOMBINO (LI): ATTIVITA' ESTRATTIVE, LA FILLEA CGIL FA QUADRATO SUL PIANO INDUSTRIALE PER LE CAVE DI CAMPIGLIA
«Anche quando sostenere posizioni sulle attività estrattive sembrava impopolare il senso di responsabilità delle organizzazioni sindacali non è mai venuto meno». Così Loriano Tosi, Fillea Cgil, ricorda quanto fatto: «Sostenendo pubblicamente la validità del piano industriale presentato da Cave di Campiglia». «Di fatto quel piano industriale - prosegue Tosi - oltre a rispondere al fabbisogno di settori trainanti dell’economia locale e oltre a garantire livelli occupazionali significativi, rispondeva anche alle nostre specifiche richieste d’innalzare i livelli di sicurezza e di qualità della vita in ambito lavorativo. L’arrivo della crisi economica è stata un’ulteriore prova della fondatezza delle nostre ragioni, difatti in cave di Campiglia abbiamo sottoscritto accordi garantendo l’invarianza del reddito e pianificando aumenti di livello». «Oggi, dopo due anni d’ “isolamento”, prendiamo favorevolmente atto del fatto che le nostre posizioni non sono più isolate e che le forze di governo di questo territorio sembrano aver ritrovato la consapevolezza dell’importanza che continueranno ad avere le attività estrattive per l’economia locale. Ovviamente, così come abbiamo sempre sostenuto, la scelta dei parchi da un lato e le moderne tecnologie dall’altro impongono e consentono interventi volti a migliorare la coesistenza».  DA IL TIRRENO
Notizia del: ven 09 gen, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-07-2019
In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ....
21-07-2019
La crisi del commercio non accenna a finire: dopo la debole 'ripresina' ....
21-07-2019
"Il tempo della trattativa dovrà risolversi in tempi brevi". ....
21-07-2019
Un cedimento del terreno su cui poggiano i binari ha bloccato, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo