CRISI: IMPRENDITORE EDILE SI UCCIDE,AVEVA PROBLEMI ECONOMICI
 Le difficoltà economiche lo hanno spinto al suicidio. Un imprenditore di 46 anni, di origine argentina, si è ucciso buttandosi dal viadotto di Petriolo, lungo la statale dei Due Mari che unisce Siena a Grosseto. L' uomo ha fatto un volo di almeno 40 metri. E' stata la compagna a rivelare agli investigatori che il suicidio era dovuto ad una situazione debitoria. La donna ha detto alla polizia che nei mesi scorsi il compagno aveva manifestato la volontà di uccidersi per le difficoltà lavorative. L' imprenditore, residente in un comune nella zona nord della provincia di Grosseto, mancava da casa da due giorni ed era stata proprio la compagna a denunciarne la scomparsa. Ieri sera il furgone, con dentro il cellulare dell' imprenditore, è stato notato nei pressi del viadotto, divenuto tristemente famoso, negli anni, per essere stato scelto dagli aspiranti suicidi come luogo di morte. Sono scattate le ricerche e nella notte il corpo é stato trovato nella boscaglia sottostante. Il cadavere è stato trasportato all' obitorio dell' ospedale di Grosseto. (ANSA).
Notizia del: dom 01 feb, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-09-2019
"Donne in vetrina? Lo voglio conoscere questo signore, mi sembra ....
23-09-2019
"Il primo passo da fare, in tale direzione, è lo stanziamento ....
23-09-2019
Tre bandi che mettono a disposizione complessivamente 6 milioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)