CARRARA: B-NAVI SCATTA L'ALLARME LICENZIAMENTI
B-Navi: ora il sindacato teme i licenziamenti. E per scongiurare la perdita di 21 posti di lavoro si appella alle istituzioni e alla politica. Si fa più teso il confronto con il colosso del gruppo Bogazzi che, un mese fa aveva avviato la procedura di mobilità per 21 dipendenti. Un pericolo che sembrava scongiurato grazie all’intervento tempestivo dei sidnacti e con un passo indietro della ditta di viale Zaccagna. Era quindi arrivata la proposta, da parte dei confederali di una cassa integrazione a rotazione come misura anti crisi. Ma è proprio su questo punto che la trattativa rischia di interrompersi. E così alla vigilia dell’incontro di oggi con i lavoratori prima e poi con i vertici dell’azienda, il sindacato lancia un appello alle istituzioni e alla politica. «Il territorio non può permettersi di perdere altri 21 posti di lavoro - spiega Paolo Gozzani, segretario confederale della Cgil - chiediamo quindi che venga attivato quanto prima un tavolo con il sindaco Angelo Zubbani, la Provincia e l’associazione industriali per cercare di traghettare la crisi con ammortizzatori sociali. E, nello stesso tempo, studiare soluzioni per i dipendenti che vadano verso una riconversione in una delle aziende del gruppo Bogazzi». Insomma un metodo «meno impattante» per superare la crisi. Questo è quanto chiede il sindacato che intanto oggi si prepara al doppio appuntamento con al B-Navi. I confederali continueranno a portare avanti la richiesta della cassa integrazione venga spalmata su tutti e 51 i dipendenti della B-Navi. Non solo per quei 21 lavoratori giudicati in esubero per i quali - questo è il pericolo - la cassa integrazione potrebbe diventare anticamera del licenziamento. «Se la B Navi mantiene un atteggiamento rigido - conclude Gozzani - il rischio è proprio questo». In gioco c’è il futuro di 21 lavoratori tutti impiegati in vari settori: 6 dipendenti dell’ufficio tecnico, 3 di quello legale, 3 della contabilità, 3 dell’ufficio sicurezza, 4 dell’ufficio acquisti e 2 di quello equipaggi. Insomma quasi metà organico della B Navi. A.V. DA IL TIRRENO
Notizia del: mer 04 feb, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-09-2019
Il Consiglio dei ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza ....
21-09-2019
"Clima e ambiente, quale futuro?". Questo il titolo dell'iniziativa ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)