SICUREZZA: CGIL, LE RONDE NON SONO UNA RISPOSTA
''Le ronde non sono la risposta alla richiesta di sicurezza da parte dei cittadini quando contemporaneamente il governo taglia i fondi alle Forze dell'Ordine''. E' quanto afferma la segretaria confederale della Cgil, con delega ai temi di legalita' e sicurezza, Vera Lamonica, sull'ipotesi di un provvedimento, che il governo dovrebbe approvare nel prossimo Consiglio dei ministri, che anticipi alcune misure contenute nel disegno di legge sicurezza approvato dal Senato.
''Il governo - aggiunge Lamonica - continua a rispondere con provvedimenti annuncio e di propaganda con il solo obiettivo di fare l'occhiolino alla Lega, come e' l'idea delle ronde. Questa misura, infatti, non e' soltanto inutile, rischiosa per i cittadini e di intralcio con il lavoro stesso delle forze dell'ordine, ma sottintende un'idea privatistica della sicurezza''.
Mentre intanto le forze di polizia, spiega la sindacalista, ''non hanno piu' risorse per mettere in strada le auto, per effetto dei tagli operati da questo governo, pari a 1 miliardo. Tagli - rincara la dirigente sindacale - che produrranno anche una sensibile riduzione degli organici nella misura di 6.800 poliziotti da qui al 2012''.
asca
Notizia del: lun 16 feb, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-09-2019
"Donne in vetrina? Lo voglio conoscere questo signore, mi sembra ....
23-09-2019
"Il primo passo da fare, in tale direzione, è lo stanziamento ....
23-09-2019
Tre bandi che mettono a disposizione complessivamente 6 milioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)