REFERENDUM STATALI: PODDA (CGIL) VOTO 280.000 LAVORATORI NON E' SONDAGGIO
“Quando una consultazione interessa oltre 280.000 lavoratori e supera la soglia dei 95.000 votanti, non siamo certo in presenza di un sondaggio, ma di un vero e proprio referendum. Il nostro modo di affrontare questi temi è talmente serio che in questa occasione abbiamo persino comunicato dove il quorum era stato raggiunto e dove no”. A dirlo è il leader della Funzione pubblica Cgil, Carlo Podda, replicando alle affermazioni del ministro Brunetta che ha bollato la consultazione della Fp sul rinnovo del contratto (non siglato dalla Cgil) come un semplice “sondaggio di opinione”.

“In relazione alla veridicità dei dati e alla loro ufficialità – ricorda Podda – ribadiamo come i dati forniti dal ministro siano da ritenersi come dati di parte, e che valgono tanto quanto quelli forniti da Federmeccanica in occasione degli scioperi dei metalmeccanici. D'altronde il ministro Brunetta non si è sempre definito ‘datore di lavoro’ di 3 milioni e mezzo di dipendenti? Chiediamo al ministro, infine, di rompere il silenzio circa la nostra proposta di indizione del referendum”.
Notizia del: mar 17 feb, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-09-2019
Il Consiglio dei ministri ha riconosciuto lo stato di emergenza ....
21-09-2019
"Clima e ambiente, quale futuro?". Questo il titolo dell'iniziativa ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)