LAMPEDUSA: SILP E CGIL, RIVOLTA CLANDESTINI E' FRUTTO MIOPIA GOVERNO
Quello che e' accaduto a Lampedusa e' frutto della miopia del governo che ha voluto scaricare la questione dell'immigrazione sui poliziotti, sui lampedusani, sugli immigrati stessi. Invece che fare propaganda, sarebbe bastato l'uso del buonsenso, distribuendo gli immigrati nei vari di centri di accoglienza del paese, come abbiamo in piu' occasioni chiesto''. Lo dicono Matteo Spatola, segretario del Silp Cgil siciliano, e Francesco Cantafia, responsabile del dipartimento immigrazione della Cgil regionale siciliana, a proposito di quanto accaduto oggi nel centro di prima accoglienza di Lampedusa.
''Abbiamo gia' criticato - aggiungono i due esponenti sindacali - il trasferimento a Lampedusa di 400 tra poliziotti, finanzieri e carabinieri, avvenuto togliendo uomini alle citta' siciliane e al controllo del territorio.
Non era difficile peraltro - aggiungono - immaginare che ci sarebbero state difficolta' con un'isola trasformata in una sorta di Guantanamo. E a pagare - sottolineano Spatola e Cantafia - gli anelli piu' deboli: i poliziotti, tutt'oggi peraltro i peggio pagati d'Europa, i lampedusani, che vedono stravolta la loro isola, gli extracomunitari stessi, costretti in un lager''. Per i due sindacalisti ''dopo oggi c'e' materia di riflessione per il governo''.
asca
Notizia del: gio 19 feb, 2009

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-09-2019
"Donne in vetrina? Lo voglio conoscere questo signore, mi sembra ....
23-09-2019
"Il primo passo da fare, in tale direzione, è lo stanziamento ....
23-09-2019
Tre bandi che mettono a disposizione complessivamente 6 milioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo
Questo Sito Utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Se vuoi saperne di pi¨ leggi la Cookies Policy Ok (Informativa Estesa)