Lavoro: Betori, auspico più attenzione e incisività politica Necessario poi più sostegno a famiglie.

In Italia "emerge ancora come problema primario quello del lavoro per tutti, in particolare per i giovani. Le crescenti situazioni di povertà e di disagio sociale, che le parrocchie segnalano a livelli sempre critici, hanno alla loro radice la perdita del lavoro o il non averlo mai raggiunto, cui non di rado si connette quello della mancanza di abitazione. A fronte di questi drammi c'è da auspicare ancora maggiore attenzione e incisività da parte della politica. Il tema del lavoro esige da parte di tutti un impegno più sostanziale". Lo ha detto il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nel suo intervento all'assemblea del clero conclusasi oggi nella casa di spiritualità 'Elia Dalla Costa' a Lecceto (Firenze). "Alla politica - ha aggiunto Betori - c'è da chiedere ben maggiore impegno anche su un altro fronte critico della nostra società, quello del sostegno alla famiglia, aggredita nella sua identità propria, lasciata a sé stessa nelle sue responsabilità educative, non aiutata nella sua vocazione alla vita, con il conseguente tragico crollo della natalità nel Paese". "Tra lavoro e famiglia si intrecciano anche le vicende del mondo giovanile - ha detto ancora Betori -. La prossima Assemblea generale del Sinodo dei Vescovi ci incoraggia a rafforzare ogni attenzione verso i giovani, all'accoglienza e al dialogo con loro, con una crescente consapevolezza della criticità della loro situazione ai nostri giorni. Vi si intrecciano le carenze dell'istituzione scolastica, le confuse prospettive di inserimento nel mondo del lavoro, le sollecitazioni consumistiche del mercato, le diffuse derive del bullismo, dell'alcoolismo, della dipendenza dai social media". (ANSA).

Migranti:card.Betori,illusorio pensare muri, divieti, argini  Serve cooperazione. Indebita connessione profughi-terrorismo
Il fenomeno migratorio in Italia è "ancora contenuto nei numeri rispetto ad altre società occidentali ma assai imponente nella percezione che se ne ha e che viene divulgata. Ci troviamo impreparati ad affrontare questo incontro tra popoli, culture e religioni", lo si percepisce spesso come un pericolo per la sicurezza sociale, "dimenticando che la storia dei popoli, anche del nostro, è attraversata periodicamente dalle migrazioni e che la nostra stessa identità ne è frutto". Lo ha detto il card.Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, all'assemblea del clero conclusasi oggi a Lecceto (Firenze). "Si tratta - ha spiegato Betori - di porsi di fronte alle migrazioni contemporanee, legate a contesti di guerra e di povertà estreme, con uno spirito che unisca al tempo stesso accoglienza per l'altro riconosciuto come fratello e consapevolezza della propria identità culturale e religiosa nel momento in cui ci si pone in dialogo. Pensare di arginare i fatti con i muri e i divieti è puramente illusorio; cercare di orientarli attraverso politiche di cooperazione e di coordinamento, come i corridoi umanitari, non solo è saggio ma è anche capace di evitare gli esiti più distruttivi, come le morti in mare, e di generare prassi virtuose, con la prudenza che fa i conti con le concrete possibilità". Per Betori inoltre è "indebita" la connessione "che a volte viene istituita tra la presenza dei profughi richiedenti asilo e gli atti terroristici", terrorismo a cui "si risponde rafforzando le ragioni della nostra identità e reprimendo la violenza in tutte le sue forme". Il cardinale ha poi ringraziato quanti si sono impegnati nell'accoglienza dei migranti, settore "che vede protagoniste non poche nostre comunità": "Promuovere percorsi di accoglienza e di integrazione favorisce la pace sociale e prepara un futuro più sicuro per tutti".(ANSA).

Notizia del: mer 13 set, 2017

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-09-2017
Misure di sostegno a 5mila disoccupati, Cgil-Cisl-Uil Toscana: ....
19-09-2017
Allo sciopero regionale dei ferrovieri di oggi si è registrata ....
19-09-2017
Come affrontare le sfide del futuro e dare voce alla voglia di ....
19-09-2017
Depositato in Senato il ddl che vuole rilanciare i principi e ....
19-09-2017
Sequestrato a Catena di Quarrata (Pistoia) un immobile fatiscente, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo