Manovra: a Pisa protestano i ricercatori del Cnr Sindaco, città ospita centro ricerca tra più grandi Italia

Presidio di circa 200 ricercatori del Cnr di Pisa stamani davanti ai cancelli dell'area della ricerca. Nel mirino dei ricercatori c'è la legge di Bilancio, in approvazione al Senato, che prevede solo il finanziamento di 300 posti di lavoro a fronte dei 4.500 necessari. Nel corso della manifestazione i ricercatori hanno attuato un flash mob per rappresentare la "morte della ricerca". Quindi successivamente ha preso la parola il sindaco Marco Filippeschi, presente alla protesta. "Pisa - ha detto - ha un ruolo fondamentale in questa battaglia, dal momento che ospita uno dei centri di ricerca più grandi d'Italia e nel nostro tessuto cittadino si concentra la più alta percentuale di personale legato al mondo della ricerca rispetto alla popolazione. Dunque il problema del precariato nel mondo della ricerca in città diventa un problema sociale, se pensiamo soprattutto che il fenomeno non riguarda soltanto i giovani, ma anche padri e madri di famiglia che da tanti anni vivono in questa situazione". (ANSA).

Notizia del: lun 23 ott, 2017

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-11-2017
Adesione oltre il 90% allo sciopero di Fillea Cgil, Filca Cisl ....
20-11-2017
Adesione oltre il 90% allo sciopero di Fillea Cgil, Filca Cisl ....
20-11-2017
La proposta dell'esecutivo sulle pensioni, spiega il segretario ....
20-11-2017
"L'Inps chiude al confronto con i sindacati e le associazioni ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo