Mafia nel Grossetano: in manette guardia corpo commercialista Cercava nascondere pistola, per lui obbligo dimora fuori comune

Sono state tre le persone arrestate nell'ambito dell'inchiesta di estorsione aggravata con metodi mafiosi nel grossetano. Oltre al commercialista Evans Capuano, per il quale il gip Francesco Bagnai nei giorni scorsi ha rigettato la richiesta di attenuazione della misura cautelare in carcere, e all'imprenditore Angelo Murè, l'11 ottobre scorso quando guardia di finanza e carabinieri si presentarono nelle loro abitazioni e negli uffici per le perquisizioni, in manette finì anche Karen Surukhanyan, guardia del corpo e autista del commercialista. L'uomo venne arrestato perché durante la perquisizione avrebbe cercato di far sparire una busta all'interno della quale c'era la pistola con la matricola abrasa trovata nello studio di Capuano. Il gip, poi, ha deciso per Surukhanyan la misura dell'obbligo di dimora fuori dal comune. Inoltre, il nome di Karen Surukhanyan compare nell'inchiesta a proposito di un'intercettazione telefonica in cui parla di un viaggio d'affari in Kosovo di Capuano durante il quale il commercialista era accompagnato da due carabinieri, che poi sono stati identificati e interrogati. (ANSA).

Notizia del: lun 23 ott, 2017

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

23-11-2017
La Regione Toscana mette a disposizione quattro milioni di euro ....
23-11-2017
Dopo l'affossamento alla Camera della proposta di legge sul ritorno ....
23-11-2017
Giornata di mobilitazione nazionale domani, con assemblee trasversali ....
23-11-2017
Il Black Friday 2017 segna anticipatamente un primato, ma non ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di Internet Soluzioni Srl | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo