Regioni: studenti toscani visitano campo profughi di Fossoli Ospitò i rifugiati istriani dal 1954 al 1970

La vita quotidiana in un ex campo di concentramento, quello di Fossoli (Modena), dove fu rinchiuso anche Primo Levi e da lì deportato in Polonia, e le difficoltà che affrontarono i profughi istriani che proprio a Fossoli, nel villaggio San Marco, rimasero dal 1954 al 1970. E' quanto hanno appreso e visto con i propri occhi i ragazzi toscani che oggi hanno visitato l'ex campo, di ritorno da Trieste nell'ambito di 'Per la storia di un Confine difficile. L'Alto Adriatico nel Novecento', viaggio di studio per gli studenti delle scuole superiori toscane organizzato in occasione del Giorno del Ricordo. I ragazzi accompagnati dai docenti hanno visitato sia il Villaggio San Marco, sia il Museo Monumento al Deportato inaugurato nel 1973 e alla cui realizzazione collaborò Renato Guttuso. Ai partecipanti è stata spiegata la vita nel villaggio, le difficoltà quotidiane legate alla lingua, ai dialetti diversi parlati dai profughi, e il controverso rapporto che si creò tra profughi e carpigiani. Il viaggio è organizzato da Regione Toscana, Istituti storici toscano e grossetano della Resistenza e dell'età contemporanea, e Ufficio Regionale per la Toscana del Ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca.(ANSA).

Notizia del: ven 16 feb, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-09-2018
Medici ambiente, cresce incidenza tra bambini e adolescenti L'Italia ....
19-09-2018
Vertenza Signorini Rubinetterie, domani giovedì 20 settembre ....
19-09-2018
Profondo cordoglio per la morte dell'economista del lavoro. “Non ....
19-09-2018
Assemblea nazionale sulla salute di Cgil, Cisl e Uil a Salerno. ....
19-09-2018
Crisi Cft (Firenze), la Filt Cgil: “Chiediamo chiarezza ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo