Albor (Gambassi), restano dei licenziamenti e l'acquirente sparisce. La preoccupazione della Fillea Cgil Firenze

Nessun passo indietro sui licenziamenti alla Albor spa di Gambassi Terme. L'incontro tenutosi oggi presso l’Unità di crisi della Regione ha confermato le paure dei giorni scorsi. I sindacati sono riusciti ad ottenere la salvaguardia di tre posti di lavoro a cui sarà offerto un contratto part-time al 50%, ma poco meno di una ventina di persone resteranno senza lavoro. Un risultato modesto che la Cgil porterà all'assemblea dei lavoratori in programma domani: da qui passa la decisione di un eventuale accordo o, in alternativa, la scelta della mobilitazione. "L'incontro - spiega Alessandro Lippi della Cgil - non è andato bene. Siamo lontani da quanto avremmo voluto. Abbiamo portato a casa un piccolo risultato e su questa base discuteremo con i lavoratori. L'assemblea è sovrana e seguiremo quel che sarà deciso. L'unico dato certo è che ancora una volta a pagare una situazione del genere è chi ha meno colpe, è inaccettabile". Il sindacato ha ottenuto anche la concessione del diritto di precedenza, ossia la possibilità di reintegrare i lavoratori licenziati qualora fossero necessarie nuove assunzioni a prescindere dal futuro della proprietà. Un altro obiettivo raggiunto era quello di mantenere l'azienda sopra i 15 dipendenti in modo da rendere attive una serie di clausole sociali per aziende di questa grandezza, oltre che mantenere una continuità di forza lavoro che garantisse il futuro produttivo di questa importante realtà del territorio. Sul fronte aziendale sembra sfumata la possibilità dell'affitto. La soluzione più probabile resta quella di un concordato in continuità, ossia la gestione per così dire 'commissariata' da parte dell'attuale proprietà. La decisione del Tribunale è attesa per i prossimi giorni. I sindacati incontreranno nuovamente l'azienda il prossimo 15 marzo, in quella circostanza probabilmente sarà comunicata la decisione emersa dall'assemblea.

(fonte: www.gonews.it)

Notizia del: mar 13 mar, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

20-06-2018
Simone Rasero, 30 anni, aveva tutto il diritto di sapere il perché ....
20-06-2018
Snaitech, la denuncia Fiom Cgil: “L’azienda dichiara ....
20-06-2018
Come sono cambiati, con la crisi, gli stili di vita e i consumi ....
20-06-2018
È stato sottoscritto questa notte il rinnovo del contratto ....
20-06-2018
"A Roma si sta lavorando per l'accordo di programma definitivo ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo