Rational stand by, Non ancora consegnate le chiavi della fabbrica. La coop deve ancora attendere

Agli ex lavoratori Rational dovevano essere consegnate le chiavi della fabbrica di via Catagnina entro il 16 aprile così come stabilito al primo punto del documento approvato lo scorso 9 aprile dal consiglio comunale di Massa, ma ad oggi di quelle chiavi gli operai, intenzionati a proseguire nella realizzazione di una cooperativa, non hanno notizie. Non è certo questo intoppo a fermarli: «Se non sarà l`amministrazione a rispettare il documento, lo rispetteremo noi, certi di non essere soli» scrivono in una nota che non lascia spazio ad interpretazioni. E sull`argomento ha emesso un ordine del giorno anche il direttivo provinciale della Fiom Cgil di Massa Carrara impegnandosi a «vigilare affinché l`atto del consiglio comunale riguardante la vertenza venga rispettato in tutti i suoi punti e a farsi promotore presso le istanze sindacali superiori perché la vertenza Rational venga sostenuta». Per risollevare il futuro degli ex lavoratori Rational, ex Eaton ed altri disoccupati, l`intenzione sempre più concreta è quella di formare una cooperativa che impieghi circa dieci unità ed utiliz- zi il capannone e i macchinari ancora all`interno dello stabilimento per la lavorazione di lamiere conto terzi, la produzione di alcuni manufatti in metallo e la creazione di un incubatore di aziende a canone sociale. «Un accesso regolamentato al piazzale e ai capannoni della ditta Rational tramite la consegna delle chiavi al garante Rinaldo Valenti, in qualità di portavoce designato dal gruppo promotore della cooperativa» è ciò che chiede la Fiom pronta ad attivarsi ancora presso le istituzioni in modo che, per portare a termine il progetto, siano resi disponibili «il fondo
stanziato dalla Regione Toscana per la reindustrializzazione dell`area ex Eaton, i fondi stanziati nell`ambito dell`Accordo di Programma (20 milioni di euro) e i proventi dell`azienda partecipata Area spa che il Comune incasserà entro la fine del mese». Frattanto il sindacato terrà comunque un occhio aperto sulle iniziative imprenditoriali della ormai ex proprietà Rational cosicché «non ledano - spiegano i sindacalisti gli interessi degli operai nonché creditori nell`ambito del fallimento». Benedetta Bianchi da Il Tirreno

Notizia del: lun 23 apr, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

18-08-2018
Nel giorno dei funerali di Stato, non si ferma il tragico computo ....
18-08-2018
Visita particolarmente gradita stamani al presidio dei lavoratori ....
18-08-2018
"Ribadiamo il nostro no alla riapertura dell'inceneritore di ....
18-08-2018
Impiegava operai forestali a nero e senza le adeguate protezioni. ....
17-08-2018
"La nostra posizione è, sin dall'inizio, di attesa, di ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo