Massa Carrara, incontro sulla vicenda appalti. Regione incontrerà le aziende della logistica

La situazione di tensione presente sul territorio di Massa e Carrara dopo il mancato rinnovo di appalti legati alla logistica degli insediamenti Nuovo Pignone di Massa ed Avenza, è stata al centro dell'incontro convocato oggi dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini, con i sindaci di Carrara Francesco De Pasquale, di Massa Alessandro Volpi, le segreterie generali di Cisl e Cgil di Massa Carrara, la segreteria di Fim e Fiom di Massa e il coordinatore nazionale Fiom del gruppo BhGE e il responsabile della segreteria del presidente Rossi Paolo Tedeschi.
Nel corso dell'incontro si è preso atto della preoccupazione dei lavoratori per il mancato rinnovo che, secondo i sindacati, mette in discussione 65 posti di lavoro.
Simoncini ha fatto preesente l'attenzione della Regione per la vicenda, con l'obiettivo di salvaguardare l'occupazione in un'area problematica per l'economia toscana e alla luce dell'impegno della Regione per rafforzare la presenza del gruppo BhGE nella nostra regione, anche con la firma di intese specifiche, sul territorio di Massa e Carrara-Avenza. Un lavoro, hanno sottolineato Simoncini e Tedeschi, che si prefigge di ampliare la presenza del gruppo in Toscana, con particolare attenzione sia alla zona di Massa Carrara, che a Piombino, con il nuovo previsto insediamento che sarà complementare e non in concorrenza con Avenza e punterà ad aumentare l'offerta complessiva di prodotti che il
gruppo potrà realizzare in Toscana.
La Regione si è già attivata con i vertici di BhGE per capire quale contributo dal gruppo poteva venire per trovare una soluzione alle attuali tensioni.
Nel corso dell'incontro è stato deciso di convocare nei prossimi giorni un incontro con i sindacati per fare il punto sui risultati dei protocolli definiti dalla regione con il gruppo e le ricadute sul territorio.
Simoncini convocherà le due aziende della logistica BCube e Oma, titolari degli appalti della logistica sui due siti industriali di Massa ed Avenza per cercare una
soluzione in grado di salvaguardare i livelli occupazionali dopo il preannucio della fine dei contratti con F.C. Imballaggi e Vivaldi & Cardino.
Proseguirà inoltre nel confronto con BhGE sulle prospettive dell'indotto connesso ai due stabilimenti.

com reg
 

Notizia del: mar 24 apr, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

16-10-2018
Considerando il tempo trascorso e il mancato accordo sulla negoziazione ....
16-10-2018
Licenziata - a larga maggioranza, astenuto solo Jacopo Alberti ....
16-10-2018
I Fiori del Male:a Firenze in una mostra e una tavola rotonda ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo