Snaitech, denuncia Fiom Cgil: "L'azienda vuole passare al Contratto del terziario. Ci opporremo"

Snaitech, la denuncia Fiom Cgil: “L’azienda dichiara formalmente di voler passare al contratto del terziario ed in questo, di fatto, decide di lasciar fuori il sindacato più rappresentativo. Avvieremo azioni sindacali e legali”

Nell’incontro svoltosi oggi a Roma la Snaitech ha ufficializzato di voler applicare a tutti i lavoratori il contratto del terziario, cercando così di mettere fuori dalla discussione il sindacato più rappresentativo, la Fiom.
Avevamo presentato una piattaforma unitaria con tutte le organizzazioni sindacali per rinnovare il contratto aziendale per tutte le sedi nazionali, ma comunicandoci formalmente di voler passare poi all’applicazione del contratto nazionale del terziario, è evidente la volontà aziendale antisindacale.
Non a caso avevamo avviato una raccolta di firme tra i lavoratori dove più della metà dei dipendenti ha richiesto che gli sia applicato il contratto dei metalmeccanici.
L’idea dell’azienda è probabilmente quella di un ritorno alle relazioni indietro nel tempo, improntato ad un livello “artigianale” e che non ha niente a che vedere con un gruppo che afferma di rilanciare e investire.
Avvieremo azioni legali e sindacali e chiederemo uno specifico incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per verificare anche il passaggio societario, visto che la Snaitech rischia di spostare il baricentro dell’azienda all’estero. Infatti, non vi è nessun piano industriale né chiarezza sulle missioni produttive delle varie sedi in Italia, né vi sono garanzie occupazionali future.
Al neo Ministro chiederemo anche di aprire una seria discussione sul futuro del gioco in Italia, visto che lo Stato trae da questo settore importanti entrate ed ha anche poteri di intervento diretto in quanto le attività sono legate al rilascio di concessioni pubbliche, e di monitorare attentamente gli sviluppi di questa importante impresa.
Per domani sono previste le assemblee con i lavoratori e decideremo nel dettaglio ulteriori
iniziative.

Firmato: Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom Cgil gruppo Snaitech

Notizia del: mer 20 giu, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

21-11-2018
Le perquisizioni e i sequestri della Gdf nell&rsquoambito ....
21-11-2018
"Il Governo e le Regioni convochino le organizzazioni sindacali ....
21-11-2018
Braccini, “rientriamo a pieno titolo in azienda, con tutti ....
21-11-2018
Cgil Toscana a Congresso venerdì 23 e sabato 24 novembre ....
20-11-2018
Vertenza ciclofattorini Foodora-Glovo (Firenze), riunito il Tavolo ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo