Vigili fuoco: distaccamento Cascina ko, sciopero pompieri

Sciopero e presidio dei vigili del fuoco davanti al distaccamento di Cascina (Pisa) per denunciare le pessime condizioni strutturali in cui versa da tempo l'edificio che ospita la caserma. "Lo scorso 22 marzo - si legge in un volantino distribuito oggi da tute le sigle sindacali - un violento sbalzo elettrico ha definitivamente compromesso lo stato già precario dell'impianto causando danni a tutti gli altri impianti della sede". I sindacati sottolineano che i vigili del fuoco hanno chiesto "da molto tempo interventi al comando" ottenendo da anni sempre la stessa risposta, ovvero la possibile vendita dell'immobile, attualmente di proprietà del Comune, ai vigili del fuoco. Il risultato, denunciano i sindacati, è che "per anni nessuno è intervenuto per garantire gli aspetti di sicurezza e funzionalità della sede". Quello di Cascina, proseguono i sindacati, è "un ambiente di lavoro, del tutto insicuro e non in condizioni di efficienza, né per i lavoratori, né per la gestione del soccorso, inoltre l'inefficienza degli impianti, può compromettere l'efficacia, l'efficienza e la rapidità del servizio di soccorso in tutta l'area servita dal distaccamento con una popolazione di oltre 160 mila abitanti".(ANSA).

Notizia del: gio 12 lug, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

16-07-2018
Tre uomini di 31, 35 e 28 anni, tutti di origine albanese, un ....
16-07-2018
Federconsumatori Toscana ritiene che una associazione di Consumatori ....
16-07-2018
Grazie al progetto Erasmus Plus 'Dante' (Development of Activities ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo