Sfruttavano prostitute e favorivano immigrazione, 5 arresti

Tre uomini di 31, 35 e 28 anni, tutti di origine albanese, un 28enne romeno e una donna di Viareggio di 33 anni, sono stati arrestati, su disposizione del gip di Lucca Antonia Aracri, con le accuse di sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, spaccio di droga e rapina. Altre due persone, una romena e un tunisino, accusati a vario titolo di concorso, sono stati sottoposti all'obbligo di dimora. Perquisite, inoltre, a Viareggio (Lucca) le abitazioni di altri sei indagati. Tra le attività poste in essere dal 'sodalizio' e bloccate dalla polizia di Lucca, l''acquisto' di donne poi costrette a prostituirsi in Versilia, il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina attraverso la celebrazione di matrimoni fittizi tra italiane e marocchini o tunisini e diverse rapine o tentativi come nel caso di cui fu vittima una ristoratrice di Torre del Lago (Viareggio) che nella borsa custodiva l'incasso della serata e che, nonostante fosse stata trascinata per diversi metri, riuscì a salvare il denaro. Ed ancora, sempre per la procura, furti in case e in un cantiere: la merce è stata rinvenuta e restituita ai proprietari. Tutte le attività della banda erano finalizzate a finanziare lo spaccio di droga. A dar il via alle indagini l'incendio appiccato il 5 giugno 2017, a seguito del lancio di una bottiglia incendiaria, al container ove viveva il fratello del 28enne romeno. Qualche giorno dopo vennero fermati i due autori mentre stavano per scappare all'estero. L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Salvatore Giannino, ha permesso di scoprire che i due romeni tentarono di ottenere diecimila euro, a titolo di risarcimento, dai familiari dei due arrestati. Alla fine le due famiglie hanno composto la lite grazie alla giustizia rom e da allora hanno iniziato a 'lavorare' insieme. (ANSA).

Notizia del: lun 16 lug, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

18-08-2018
Nel giorno dei funerali di Stato, non si ferma il tragico computo ....
18-08-2018
Visita particolarmente gradita stamani al presidio dei lavoratori ....
18-08-2018
"Ribadiamo il nostro no alla riapertura dell'inceneritore di ....
18-08-2018
Impiegava operai forestali a nero e senza le adeguate protezioni. ....
17-08-2018
"La nostra posizione è, sin dall'inizio, di attesa, di ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo