CONTRATTI: STAMANE NUOVO ROUND ''TECNICO'' CONFINDUSTRIA-SINDACATI POSITIVO SECONDO EPIFANI QUELLO DI IERI
Nuovo round stamane tra Confindustria e sindacati nella trattativa sulla riforma del modello contrattuale. Alle 10.30 si solgera' infatti una riunione ''tecnica'' che avra' come oggetto l'indice di inflazione. Il 29 luglio, invece, si discutera' di secondo livello ed elemento perequativo. Poi il 31 luglio, nuova riunione plenaria. Lo hanno stabilito le parti dopo l'incontro di ieri, che ha fatto registrare un clima abbastanza ''costruttivo''.
''Spero che giovedi' prossimo ci sia la svolta sui primi tre punti'' ha dichiarato il vicepresidente di Confindustria, Alberto Bombassei, dopo aver visto i sindacati. ''E' andata abbastanza bene'', ha commentato, parlando di ''approfondimenti sulle parti da risolvere prima della pausa estiva. Speriamo di concludere entro il 30 settembre''. In particolare, ha spiegato Bombassei, ''ora bisogna concentrarsi sui tre o quattro parametri per stabilire il giusto indice di inflazione. In ogni caso rispetto a prima gli argomenti si sono ridotti. Nelle sedute intermedie ci sara' un approfondimento dei tecnici e speriamo che giovedi' sia la giornata conclusiva''.
Piu' o meno dello stesso tono le dichiarazioni dei leader sindacali. ''Le posizioni restano quelle che erano, ci sono divergenze ma il clima e' quello di provare a capire le ragioni'', ha detto il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani. ''C'e' stato un lavoro serio - ha proseguito - ma i problemi restano. Abbiamo proseguito il confronto, abbiamo esposto i nostri argomenti in particolare sull'inflazione che non puo' essere retroattiva. Su questi punti ci saranno approfondimenti tecnici nei prossimi giorni''.
Luigi Angeletti, da parte sua, ha rilevato ''una seria volonta' di proseguire e risolvere i problemi''. Il segretario generale della Uil ha poi sottolineato che ''la trattativa e' in una fase seria, l'incontro e' andato abbastanza bene. Abbiamo enucleato - ha sottolineato Angeletti - i punti piu' complessi e abbiamo intravisto la possibilita' di risolverli''.
Infine Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, si e' mostrato ottimista: ''Stiamo imboccando la strada piu' giusta per l'indice di inflazione che e' la chiave di volta della questione e che il Governo ci aveva complicato''.
Concludendo: ''Abbiamo intrapreso la strada piu' idonea per costruire delle ipotesi ragionevoli''.
ASCA
Notizia del: ven 25 lug, 2008

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

18-03-2019
Centinaia di persone hanno partecipato al Carnevale Antirazzista ....
18-03-2019
“Una deriva misogina, patriarcale, razzista, di fronte ....
18-03-2019
Oltre 60 mila lavoratori attendono gli ammortizzatori sociali. ....
18-03-2019
Si tratta in gran parte di macchinisti e capo treni “È ....
18-03-2019
"Con mia madre e quattro sorelle eravamo a casa. Arrivarono i ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo