Firenze:Treno contro piattaforma, feriti gravemente 3 operai. Cgil Cisl Uil, reinternalizzazione ridurrebbe rischi.

Un treno merci, che transitava tra le stazioni di Campo Marte e Statuto a Firenze, ha urtato una piattaforma su rotaia sulla quale si trovavano tre operai che sono caduti a terra, sul massicciato. Secondo le prime informazioni i tre sono stati recuperati dai vigili del fuoco e consegnati al 118. Le loro condizioni non sarebbero gravi. L'incidente è accaduto poco dopo mezzanotte. La linea ferroviaria, di 'cintura' tra le stazioni di Firenze, è stata interrotta per tutta la notte e intorno alle 6 è stato riaperto un binario. I tre uomini, dipendenti di una ditta esterna che stavano effettuando lavori di manutenzione per le Ferrovie, sono stati trasportati all'ospedale di Careggi dalle ambulanze del 118 intervenute insieme a 2 squadre di vigili del fuoco che hanno lavorato per garantire il recupero dei feriti, 'in sicurezza', da parte dei sanitari all'interno della galleria. Sul posto anche la polizia scientifica, la Polfer e personale dei Rfi oltre ai tecnici del servizio di prevenzione sui luoghi di lavoro dell'Asl. La circolazione dei treni è ripresa, su un solo binario, intorno alle 6.00 ma, come spiega Trenitalia, alcuni convogli a lunga percorrenza e regionali, che viaggiano sulla linea Firenze Rifredi-Statuto-Campo Marte, vengono ora deviati sulla stazione di Santa Maria Novella. Fino alla ripresa della normale circolazione, spiega ancora Trenitalia, alcuni convogli potranno registrare ritardi e cancellazioni. Sono gravile condizioni dei tre operai rimasti feriti la notte scorsa in un incidente ferroviario avvenuto a Firenze. I tre uomini, spiegano dall'Aou di Careggi, si trovano ricoverati in prognosi riservata per politraumi. fonte Ansa

Treno contro piattaforma: sindacati, serve più attenzione F.s. Per Cgil, Cisl e Uil la reinternalizzazione ridurrebbe rischi
 "Il ripetersi di questi tragici eventi richiamano l'attenzione alle interferenze tra le lavorazioni e la circolazione dei treni, rendendo necessaria la massima attenzione da parte del gruppo Fs, nella speranza che accadimenti simili non abbiano a ripetersi". Così le segreterie toscane di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno commentato l'urto di un treno merci contro una piattaforma nel quale sono rimasti gravemente feriti tre operai a Firenze. Come sindacati, si legge nella nota congiunta, "da sempre siamo impegnati per la tutela della sicurezza di tutti i lavoratori coinvolti nelle manutenzioni delle linee ferroviarie, anche in vista delle importanti lavorazioni di questo tipo che a breve inizieranno nel nostro territorio". E da molto tempo, aggiungono, "stiamo evidenziando un'emergenza sicurezza del lavoro per le ditte che effettuano manutenzione in appalto alle infrastrutture ferroviarie". Cgil, Cisl e Uil hanno inoltre ricordato la "firma degli accordi per avere una consistente reinternalizzazione delle lavorazioni che a nostro avviso e per molteplici motivi, ridurrebbe questo tipo di rischi". "Lo sdegno - si legge ancora - non può essere di facciata e durare per il solo tempo imposto dalle circostanze, riteniamo improrogabile e necessario potenziare il confronto a tutti i livelli sui temi della sicurezza". Il segretario generale della Fillea Cgil di Firenze Marco Carletti chiama "a responsabilità oggettiva Rfi e il sistema degli appalti, volti sempre alla logica del massimo ribasso e del profitto prodotto contro e a danno del lavoro e di chi lavora".(ANSA).

Treno contro piattaforma: feriti anche macchinisti,non gravi. Dimessi dall'ospedale questa mattina
Anche due macchinisti, oltre a tre operai che lavoravano su una piattaforma su rotaia, sono rimasti feriti nell'incidente ferroviario verificatosi la notte scorsa a Firenze. I due uomini, non gravi, sono stati dimessi dall'ospedale questa mattina intorno alle 7. Secondo quanto spiegato dalla Polfer, la piattaforma su rotaia e il treno merci che l'ha urtata si trovavano su binari diversi. Le cause dell'incidente sono in corso di accertamento.(ANSA).

Treno contro piattaforma: si indaga per lesioni colpose Tra ipotesi cestello troppo sporgente
La procura di Firenze ha aperto un fascicolo per lesioni colpose, al momento a carico di ignoti, in merito all'incidente ferroviario avvenuto nella notte all'altezza della galleria del Pellegrino, tra le stazioni Statuto e Campo di Marte. Il pm Paolo Barlucchi, titolare delle indagini, ha disposto il sequestro della piattaforma su cui stavamo lavorando i tre operai rimasti ferito e del locomotore del treno merci. Una delle ipotesi che in questo momento sarebbero al vaglio, è che il cestello si trovasse spostato lateralmente rispetto ai binari, in una posizione troppo sporgente per permettere il passaggio del treno. Secondo quanto appreso, al momento dell'incidente gli operai, dipendenti della ditta Cemes con sede a Pisa, si trovavano su un cestello sopraelevato rispetto alla piattaforma, impegnati in lavori di manutenzione della linea elettrica. Sempre in base a quanto emerso, il treno merci, che era autorizzato al transito sul binario, avrebbe urtato violentemente il cestello. A seguito dello scontro gli operai sono stati sbalzati sulla massicciata da un'altezza di cinque metri. Uno di loro, rimasto ferito, sarebbe figlio di un dirigente dell'azienda. Il finestrino del locomotore è andato in frantumi, ferendo in modo non grave i due macchinisti.(ANSA).

Notizia del: ven 07 dic, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

10-12-2018
Sono 15, tutti tra i 20 e i 29 anni, i giovani macchinisti che ....
10-12-2018
La procura di Firenze ha emesso due avvisi di garanzia nell'ambito ....
10-12-2018
Saranno 8mila gli studenti, provenienti da tutta la Toscana, ....
10-12-2018
Si intitola 'Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada ....
10-12-2018
Mercoledì 12 dicembre i lavoratori di Leonardo (ex Finmeccanica) ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo