"Vorrei un panino e... diritti per i ciclofattorini": al via la campagna social di Nidil Cgil Firenze

“Vorrei un panino e… un ciclofattorino con tutti i diritti”: al via la campagna social di Nidil Cgil Firenze che invita a scrivere a Glovo tramite la App
SCARICA QUI i materiali della campagna
Nel settore del food delivery continuano a peggiorare le condizioni contrattuali dei ciclofattorini e la cessione di attività tra Foodora e Glovo è l’ennesima dimostrazione di una totale assenza di diritti.
Glovo ha preso le convenzioni di Foodora con i ristoranti e le app dei clienti lasciando senza lavoro i ciclofattorini (circa 200 a Firenze) nonostante le mobilitazioni dei lavoratori.
Nidil Cgil Firenze, assieme ai riders fiorentini, lancia una campagna per chiedere ai clienti e all’opinione pubblica di esprimere la propria solidarietà ai lavoratori mandando una segnalazione a Glovo. Glovo infatti come tutte le app del settore invita i clienti a mandare i propri feedback attraverso la app e il sito, dando peraltro la possibilità di ordinare “qualsiasi cosa”.
I lavoratori sono persone che devono avere diritti e crediamo che una persona valga #piùdiunpanino, per questo proponiamo ai clienti di ordinare provocatoriamente “un ciclofattorino con tutti i diritti” e usare tutti gli strumenti informatici per mandare questo feedback a Glovo.
Da oggi partirà una campagna social di pressione verso Glovo e nella pagina facebook “Firenze Riders” saranno via via pubblicate le prese di posizione di clienti e cittadini che vorranno sostenerci in questa campagna.
Facciamo appello anche ai personaggi influenti del mondo della cultura, dello spettacolo, dello sport affinchè ci aiutino in questa battaglia.
Firmato: Nidil Cgil Firenze

...così in ANSA

Lavoro: Nidil-Cgil, campagna social per riders ex Foodora Dopo che in 200 hanno perso il lavoro a Firenze
Una campagna social per fare pressione su Glovo e un appello ai clienti e ai personaggi influenti affinché esprimano solidarietà nei confronti dei riders fiorentini che in 200 non hanno visto rinnovarsi il contratto dopo che l'azienda ha acquisito le attività di Foodora. Sono le iniziative lanciate dal sindacato Nidil-Cgil che denuncia come questa cessione sia "l'ennesima dimostrazione di una totale assenza di diritti" dei riders. Il Nidil sottolinea, in una nota, che "nonostante le mobilitazioni dei lavoratori", "Glovo ha preso le convenzioni di Foodora con i ristoranti e le app dei clienti lasciando senza lavoro i ciclofattorini, circa 200 a Firenze". "I lavoratori sono persone che devono avere diritti - osserva ancora il sindacato - e crediamo che una persona valga più di un panino, per questo proponiamo ai clienti di ordinare provocatoriamente 'un ciclofattorino con tutti i diritti' e usare tutti gli strumenti informatici per mandare questo feedback a Glovo".(ANSA).

Notizia del: ven 07 dic, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

10-12-2018
Sono 15, tutti tra i 20 e i 29 anni, i giovani macchinisti che ....
10-12-2018
La procura di Firenze ha emesso due avvisi di garanzia nell'ambito ....
10-12-2018
Saranno 8mila gli studenti, provenienti da tutta la Toscana, ....
10-12-2018
Si intitola 'Studiare e formarsi in Toscana, scegli la strada ....
10-12-2018
Mercoledì 12 dicembre i lavoratori di Leonardo (ex Finmeccanica) ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo