Contrattazione Elettrici, approvata la piattaforma per il rinnovo

La richiesta sindacale si attesta su un importo di 155 euro, mentre per la parte normativa gli elementi salienti riguardano sicurezza, orari di lavoro, formazione, welfare e occupazione. I sindacati: "Le aziende dimostrino senso di responsabilità"
È stata approvata la piattaforma per il rinnovo del contratto del settore elettrico relativa agli anni 2019-2021. La richiesta complessiva è di 155 euro. Il via ibera nel corso della riunione indetta dalle segreterie nazionali di Filctem, Flaei e Uiltec che si è svolta a Roma. Dopo l’elezione della delegazione trattante, composta da 138 persone provenienti da tutti i luoghi di lavoro, sono stati analizzati i diversi contributi raccolti nelle molte assemblee svoltesi in queste settimane in ogni ambito lavorativo di tutte le aziende elettriche italiane.
La piattaforma, così emendata, è stata approvata all’unanimità dalla delegazione trattante che da adesso in poi sarà l’attore principale, insieme alle segreterie nazionali, dei momenti più significativi della trattativa negoziale con le controparti datoriali. Per quanto riguarda la parte economica, la richiesta sindacale si attesta su un importo complessivo di 155 euro, mentre per la parte normativa gli elementi salienti ruotano attorno alla sicurezza, orari di lavoro, formazione, welfare e occupazione.
"Abbiamo lavorato - spiegano i sindacati - in questi mesi per proporre una piattaforma responsabile, essenziale, ma ambiziosa negli obiettivi, a partire da un congruo aumento economico e da una attenzione alla sicurezza che dovrà caratterizzare questo rinnovo. Ancora una volta le lavoratrici e i lavoratori hanno apprezzato il lavoro svolto, approvando con percentuali superiori al 95% l’ipotesi di piattaforma. Questo elemento ci responsabilizza e consente di iniziare con grande determinazione e attenzione la trattativa con le aziende".
Il settore, ricordano i sindacati, "pur all’interno di un cambiamento epocale, ha garantito alte redditività alle aziende grazie soprattutto alla disponibilità delle migliaia di lavoratori, che hanno messo in campo un atteggiamento positivo, garantendo produttività e professionalità nell’esecuzione dei propri compiti. Per questo vorremmo dalle aziende lo stesso senso di responsabilità. Per i suddetti motivi e anche avendo a vista i bilanci delle aziende elettriche, pensiamo ci siano tutte le condizioni per arrivare al rinnovo contrattuale in tempi rapidi".
"Chiediamo alle controparti datoriali, a cui faremo recapitare la piattaforma appena approvata, di fissare entro la metà di gennaio il primo incontro – a cui parteciperà la delegazione trattante – e successivamente calendarizzare una serie di incontri per definire il perimetro della trattativa, così da avviare la trattativa di merito al più presto”. da rassegna.it

Notizia del: ven 14 dic, 2018

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

19-06-2019
Le emergenze ambientali e sociali come temi non più rinviabili, ....
19-06-2019
I docenti italiani hanno in media 49 anni (44 anni la media nei ....
19-06-2019
“Il perdurare del blocco del Contratto Nazionale di riferimento, ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo