Foodora, sentenza molto importante per i rider. "Vanno trattati come dipendenti".

Torino, la Corte d’Appello ribalta il verdetto. Vittoria a metà: confermati i licenziamenti dei 5 dipendenti
Caso Foodora, la Corte d’Appello di Torino ha sancito il diritto dei riders, i fattorini che effettuano consegne a domicilio richieste via app, a vedersi corrispondere somme di denaro calcolate sulla base della retribuzione diretta indiretta e differita stabilita per i dipendenti del quinto livello del contratto collettivo logistica trasporto merci, deducendo quanto già percepito all’epoca in relazione al periodo in cui collaborarono con Foodora. È stata respinta invece la richiesta di riconoscere la sussistenza del licenziamento discriminatorio. I giudici hanno condannato la società a rifondere una parte delle spese di lite, 11 mila euro per il primo grado e 10.400 per il secondo grado.

RICORSO IN TRIBUNALE
La causa era stata avviata da 5 ex collaboratori della società tedesca di food delivery, che avevano perso il lavoro a seguito delle proteste scattate nell’autunno del 2016 per iniziativa di alcuni rider che chiedevano un miglioramento delle condizioni di lavoro sotto l’aspetto economico normativo. Lo scorso aprile il tribunale, in primo grado, aveva respinto tutti i punti del ricorso dei lavoratori in bici, che chiedevano il riconoscimento di lavoro subordinato e denunciavano mancate tutele e presunte violazioni. L’auspicio dei ricorrenti era che fosse ribaltata la sentenza di primo grado, che aveva respinto tutti i punti sollevati: rapporto di subordinazione, diritto alla sicurezza, tutela della privacy.  fonte quotidiano.net

Notizia del: sab 12 gen, 2019

Condividi questo contenuto

Le ultime notizie

14-06-2019
Nel periodo compreso tra il 29 maggio e il 12 giugno sui treni ....
14-06-2019
di Carlo Ruggiero.  Quarantadue tra associazioni, enti e ....
14-06-2019
“Entro fine mese si riuniscono i ministeri e le parti istituzionali ....
©CGIL TOSCANA - progetto sviluppato con il CMS ISWEB« di ISWEB S.p.A. | Credits | Privacy CHI SIAMO ISCRIVITI
Italiano     English     Franšais     Deutsch     Espa˝ol     Russo